San Marino. Referendum tetto stipendi: AP spiega le ragioni del ‘no’

SAN MARINO. Sul Referendum dedicato al tetto stipendi, Alleanza Popolare in una nota odierna spiega le ragioni del ‘no’. Con la scheda rosa si chiede infatti che la retribuzione del personale dipendente dello Stato ed Enti Statali, comprese indennità e consulenze, non possa superare i 100.000,00 € lordi. 

(…) I proponenti di questo quesito referendario vogliono far credere che porre un tetto indiscriminato agli stipendi possa essere un utile risparmio e soprattutto elimini differenze tra lavoratori. Alleanza Popolare pensa che queste ragioni tendano solo ad accattivarsi la benevolenza dei concittadini, parlando alla loro “pancia” senza considerare le conseguenze di una scelta autolesionista; Alleanza Popolare invita i cittadini a votare NO a questo quesito perché esistono professionalità, unite ad esperienza diretta nei diversi settori, che non abbiamo sul territorio, ma che possono diventare essenziali per il futuro del Paese. Ricorrere a professionisti esterni, senza avere la possibilità di attirare le eccellenze, potrà venire a detrimento della crescita della nostra Repubblica; non possiamo infatti dimenticare che esiste un prezzo di mercato per particolari professionalità con il quale dobbiamo confrontarci per essere appetiti e scelti (…). 

[Leggi Comunicato]

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy