San Marino. Registro pubblico del contrassegno: presentata Istanza d’Arengo

L’Associazione Attiva-Mente ha presentato una Istanza d’Arengo per fruire del servizio Registro Pubblico del Contrassegno Unificato Europeo.

Di seguito il testo della proposta

Ecc.mi Capitani Reggenti,

i sottoscritti cittadini promuovono la presente Istanza d’Arengo, affinché anche le persone con disabilità sammarinesi titolari di contrassegno di parcheggio per disabili, possano fruire del servizio Registro Pubblico del Contrassegno Unificato Disabili Europeo (CUDE).

Il CUDE è disciplinato all’interno della Raccomandazione del 1998 del Consiglio Europeo n. 98/376/CE, sia quello in formato cartaceo introducendo l’attuale contrassegno unificato di colore blu e valido in tutti i Paesi dell’Unione Europea, sia in formato digitale considerato l’arrivo delle nuove tecnologie, internet in particolare.

La versione cartacea, tuttavia, non ha facilitato la vita delle persone con disabilità come avrebbe dovuto, perché ogni qualvolta che devono entrare/sostare in una ZTL (Zona a Traffico Limitato) fuori dal proprio luogo di residenza, le obbliga sempre a registrarsi e comunicare la targa del proprio veicolo con alcuni giorni di anticipo.

Ebbene, già diversi Paesi d’Europa stanno implementando la versione digitale, ovvero un codice univoco fornito da una specifica applicazione previa presentazione della documentazione medica attestante la disabilità e dei dati relativi alla targa del veicolo. In tal modo si ottiene il duplice vantaggio di dispensare le persone con disabilità dall’obbligo summenzionato e di circolare/sostare liberamente nel Paesi dell’Unione Europea senza correre il rischio che alcuni Stati non riconoscano la validità di documenti cartacei.

In Italia, ad esempio, con Decreto del 5 Luglio 2021, è stata istituita la piattaforma unica nazionale informatica che sarà completata e operativa entro la fine del corrente anno. Si tratta del Registro Pubblico del Contrassegno Unificato Disabili Europeo – CUDE (www.registropubblicocude.it) che, nel rispetto della privacy andrà a semplificare le procedure in modo molto significativo, eviterà gli abusi, le contraffazioni e i rischi di essere ingiustamente sanzionati. Agevolerà, dunque, in modo molto significativo la mobilità delle persone con disabilità in Italia e in Europa.

A San Marino il contrassegno di parcheggio per disabili rilasciato dagli Uffici preposti è conforme al modello adottato in Europa (Art.3 del Decreto Delegato 26 Maggio 2008, n.81).

Ecc. mi Capitani Reggenti, la creazione di un’analoga piattaforma nazionale per l’ottenimento del contrassegno digitale è senz’altro una soluzione ottimale, anche nell’ottica di una revisione degli aventi diritto in linea con le indicazioni contenute nella Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle persone con disabilità.

Tuttavia, al fine di consentire anche a cittadini e famiglie sammarinesi l’accesso a queste procedure innovative, chiediamo alle autorità sammarinesi competenti, Segreterie di Stato e Uffici, di attivarsi al fine di esplorare attraverso la stipula di accordi con altri Paesi, in particolare con l‘Italia, la possibilità per le persone con disabilità sammarinesi titolari di contrassegno, di interfacciarsi per via telematica con queste piattaforme digitali.

Con i più deferenti saluti

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy