San Marino. Relazione Dna: sul Titano soldi crimine russo, terrorismo e ‘ndrangheta. L’informazione

L’informazione di San Marino: La Dna segnala soldi criminalità russa, terrorismo e ‘ndrangheta

La relazione della Direzione Nazionale Antimafia relativa al periodo 1° luglio 2014 – 30 giugno 2015, prende in considerazione in tre punti vicende che toccano anche San Marino, sempre legate a vicende di riciclaggio di denaro sporco della criminalità.(…)

I russi. (…) “La criminalità russa nella regione non ha dato segnali di evidente visibilità, seppur sia necessario segnalare come negli anni precedenti si sia notato il proliferare di personaggi che hanno investito nel settore industriale del mobilificio nella provincia di Pesaro e nel settore calzaturiero nelle province di Ascoli Piceno e Macerata, agevolati negli interessi da numerosissime società di capitale con sedi legali e amministrative nella vicina Repubblica di San Marino”.

I foreign fighters. (…) Un procedimento “promosso nei confronti di tre soggetti di origine italiana, indagati per il delitto di cui all’art. 648 bis del codice penale, “riciclaggio”, che segnalava gli indagati avevano rapporti con un soggetto, legato al terrorismo internazionale di matrice islamica, poi identificato dalla DIGOS di Bologna, nei cui confronti sono in corso accertamenti di polizia giudiziaria (anche mediante attività rogatoriale in corso di predisposizione) da parte delle stessa DIGOS per attività di riciclaggio svolta a San Marino.

Decollo Money. Nel quadro dei procedimenti relativi a vicende di ‘ndrangheta, viene annoverato, nell’ultima relazione della Dna, il caso Decollo Money il cui processo, come noto, è in corso presso il tribunale di Vibo Valentia. (…)

 

Leggi l’intero articolo di L’informazione pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy