San Marino. Repubblica Futura risponde al Partito Socialista

COMUNICATO STAMPA

Prendendo a prestito la terminologia calcistica, il comunicato stampa del Partito Socialista potrebbe essere definito il classico “fallo di frustrazione”.

Una forza politica, e mi riferisco al PS, sparito praticamente dagli schermi radar, ai margini delle nuove e incombenti alleanze politiche, non più nemmeno con la consistenza numerica del gruppo consiliare, si è avventurata in una invettiva contro il sottoscritto, Antonella Mularoni e chi ha fondato Repubblica Futura.

Al leader del PS Alessandro Mancini dico di guardare prima in casa propria e magari esaminare i trascorsi politici facendosi un esame di coscienza su come ha ridotto il movimento storico della sinistra. E’ meglio essere soldatini di latta dotati di coerenza e dignità che soldatini elettronici senza batterie e con il GPS spento. Attenzione, perché si può andare inconsapevolmente contro un muro!

Mi dispiace che i socialisti non siano in grado di distinguere fra i ruoli istituzionali quando sono rivolti alla collettività e ai ruoli quando sono ad esclusivo servizio di una parte politica. Le nomine in istituti importanti sammarinesi hanno necessità di persone che abbiano conoscenza, competenza e un curriculum di buon livello.

Mi spiace oltremodo per gli attacchi personali e mi pare che l’appello lanciato dagli Ecc.mi Capitani Reggenti nella lettera inviata ai consiglieri non sia stato colto nel pieno del suo significato dal Partito Socialista. La politica è scontro, feroce, ma io ritengo lo debba essere sulle idee, sulle proposte e non su posizioni squallide, segno di una frustrazione crescente di un movimento in evaporazione senza una precisa linea politica e programmatica.

In conclusione, non ho idea se Antonella Mularoni sia paragonabile a Zlatan Ibrahimović –  andrebbe chiesto a chi scrive nel PS – ma ricordo a Mancini che a oggi nella sua bacheca, terminati gli anni elettronici, ci sono “Zero tituli”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy