San Marino. Rete all’attacco contro le spese del Congresso di Stato. Corriere Romagna

Annalisa Boselli – Corriere Romagna: Conti pubblici. Continua il braccio di ferro sulla spesa /
La Rete va all’attacco:
il governo taglia
il Congresso spende
/
«Coperti buchi degli Uffici pubblici
incapaci di rispettare le previsioni»

SAN MARINO. Ad agosto si lavora sulla spending review mentre a luglio si lavorava per sanare i buchi di spesa nella pubblica amministrazione.
Sono iniziate ieri le prime riunioni della maggioranza per il confronto e l’approfondimento sulla legge di riforma del sistema tributario. E l’opposizione attacca come solo poche settimane prima si siano autorizzate spese per coprire maggiori uscite da parte di enti come il Multieventi e l’Azienda filatelica e numismatica.
«Continua senza sosta – scrive il movimento Rete – la soap opera dell’estate 2013, in cui i buoni propositi del governo su tagli e taglietti alla spesa pubblica sono puntualmente contraddetti dalle delibere con cui il Congresso di Stato spende e spande. E non contento, copre anche i buchi degli Uffici pubblici che non sono stati capaci di rispettare le previsioni di spesa».
E a riprova il movimento cita la delibera numero 3 del 30 luglio scorso quando infatti, il governo autorizza a sanare i surplus di spesa di alcuni uffici pubblici che hanno sforato le previsioni del 2012. Succede così che la gestione Multieventi richieda quasi 42mila euro in più, cifra classificata sotto i residui passivi o che l’azienda filatelica e numismatica veda un adeguamento di oltre 270mila sul capitolo di spesa “rimborsi vari”.
(…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy