San Marino. Rete e MDSMI: bagarre consiliare stomachevole

San Marino. Stomachevole la bagarre consiliare, ultima sessione, secondo la denuncia  che arriva dal  Movimento Rete e dal Movimento Democratico San Marino Insieme.  
Ad esempio  a proposito della Legge ad hoc sul Polo del Lusso approvata con procedura d’urgenza, nel comunicato stampa da poco emesso, fra l’altro, si legge: 
La procedura d’urgenza, così come la cessioni dei beni di proprietà pubblica, prevede una maggioranza qualificata, ancora i 39 voti. Questa volta la votazione è segreta, ma alcuni dalla maggioranza dichiarano di non aver apportato i loro voti. Nonostante ciò sono 39 i voti a favore. Il Consiglio opera ancora una volta contro la dignità statuale della Repubblica. La procedura d’urgenza passa, però manca un testo. Così, il comma viene rinviato alla convocazione serale. Alcuni consiglieri di maggioranza (Nicola Renzi AP e Fabio Berardi PDCS) si accertano che quelli che ci mettono i soldi siano soddisfatti: “pronto, Maurizio, ti va bene così la legge?”; “ciao Marino, senti, allora noi procediamo in questo modo, sei d’accordo?”. Nel corso del dibattito si scopre che ancora una volta Sinistra Unita ha sostenuto coi propri voti il governo. Ogni dubbio è fugato.

Leggi l‘intero comunicato stampa RETE e MD-Smi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy