San Marino. Riduzione corsie alla Federazione Nuoto: “Non c’è mai fine al peggio”

NON C’E’ MAI FINE AL PEGGIO
Boia ad che birichin ch’uv pèga!

SAN MARINO. La scrivente Società sportiva GENS.SM è stata informata dalla Federazione Sammarinese Nuoto che l’Ufficio del Turismo che gestisce il MULTIEVENTI ha deciso di ridurre drasticamente la concessione delle corsie alla Federazione Nuoto andando così a castrare la preparazione atletica di tutti i nostri agonisti e questo solamente per accontentare e dare ulteriore spazio agli utenti del “tempo libero”.
Con questa disposizione quel che prevediamo è che gli atleti appartenenti alla GENS.SM durante il loro allenamento (circa 50 ragazzi) avranno a disposizione solamente dalle due alle tre corsie, mentre gli utenti del nuoto libero (circa 10 utenti che si sono lagnati col Segretario per avere più spazio dalle 9 in orario continuato fino alla sera) avranno a disposizione ben 4 corsie.
Restiamo basiti quando fra le motivazioni che ci vengono propinate dall’Ufficio del Turismo afferenti a detto provvedimento si fa riferimento anche al contenimento dei costi. Se volessero contenere i costi non si rivolgerebbero ad una ditta esterna, privata, per effettuare il servizio di pulizia ma si affiderebbero al personale stipendiato dal Multieventi. Se volessero contenere i costi dovrebbero mantenere l’orario del nuoto libero con una fascia oraria di chiusura (come è stato fino ad ora) per risparmiare 16 euro l’ora nel salvataggio, due obbligatori quando la struttura è aperta all’utenza. Si, ma gli utenti pagano!!!… anche i nostri atleti pagano… ben 2 Euro ad ingresso, e considerate che un agonista si allena 6 giorni a settimana, e francamente non si è mai visto che un atleta che gioca a calcio o a basket o a qualunque altro sport oltre alla quota annuale debba pagare l’ingresso per allenarsi, ma questo è!
Nella deliberazione dell’Ufficio del Turismo (oltretutto contenente svariate bugie che un giorno riveleremo ai lettori), fra le altre cose si intima la Federazione di sgomberare una postazione propagandistica della medesima Federazione (composta da un tavolino, 2 manifesti e una sedia). Noi da poveri esseri umani rispettosi delle regole invece ci chiediamo come mai, nonostante il contratto della palestra al piano superiore del Multieventi sia scaduto e vi sia una delibera esecutiva di sgombero datata 22 Agosto 2016, del Congresso di Stato, la palestra (privata) è ancora al suo posto, il privato che la gestisce gode ancora dei suoi privilegi e i nostri atleti sono costretti a rivolgersi altrove in un ambiente esterno laddove viene corrisposto un affitto con denari pubblici. Potremmo pagare l’affitto noi al Multieventi (risparmio sul costo delle pulizie – spese dei salvataggi + incasso di affitto e si fa la giornata, ma… a Qualcuno i conti forse non tornano così, qualcuno cerca consensi, e non economia, e questo è!).
Con questo provvedimento è palese che il nuoto inteso come sport agonistico non è ben voluto da chi dovrebbe invece tutelarlo: CONS, Segreteria allo Sport che non hanno mosso un dito si sino informati, sanno cosa sta succedendo!! Infatti nell’anno dei Giochi dei Piccoli Stati, soprattutto, ma non solo, si dovrebbe consentire agli atleti di prepararsi nelle migliori condizioni.
Con questo provvedimento è palese che vince sempre solo chi è prepotente e noi, cari signori purtroppo o per fortuna, non lo siamo e ci rimettiamo alle vostre volontà nostro malgrado, ma potremmo sempre decidere di andare ad allenarci altrove dove non vedrebbero l‘ora di poter ospitare una Squadra come la nostra che in giro per piscine ha sempre portato a casa allori che forse questa approssimativa gestione dello sport non meriterebbe affatto.
Cogliamo infine l’occasione per dare spazio anche a una notizia positiva e di puro carattere sportivo: si è conclusa la terza giornata dei Campionati Regionali di Categoria ed il bilancio per la GENS.SM è come sempre positivissimo, infatti gli Squaletti chiudono con 16 ori, 8 argenti e 8 bronzi piazzandosi all’8° posto in Emilia Romagna su 28 squadre partecipanti.
Oro per Oppioli Matteo nei 100 e 200 delfino, Casadei Giacomo 200 rana, Valenti Thomas 100 e 200 dorso, 200 misti,100 e 200 stile libero e100 delfino, Sara Lettoli 200, 400 e 800 stile libero, Ruggeri Federica 200 e 400 misti, 200 delfino e 800 stile libero.
Argento per Oppioli Matteo 100 stile libero e 200 stile libero, Casadei Giacomo 100 rana, 4×100 stile libero ragazzi maschi, Tamagnini Raffaele 100 e 200 stile libero, Valloni Arianna 800 stile libero, 4×200 stile libero juniores femmine
Bronzo per Alberto Giudi 100 dorso, Oppioli Matteo 50 stile libero, Maurizi Giuseppe 200 e 400 stile libero, Valloni Arianna 400 stile libero, Canti Linda 100 e 200 rana e Felici Beatrice 50 delfino.
Giubilante il Coach Luca Cosetti: “Tante medaglie e tanti miglioramenti cronometrici, i ragazzi si sono molto ben comportati in acqua, non posso che essere soddisfatto delle loro prestazioni tecniche e cronometriche.”
Chissà se con tutti i bastoni che ci mettono fra le ruote riusciremo a continuare su questa strada e se porteremo a casa ancora i risultati per San Marino o per una squadra cinese? Gli acquirenti non mancano!
Con profonda amarezza per quanto si prospetta, ma con vivo orgoglio per i risultati…
l’Ufficio Stampa GENS.SM

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy