San Marino Rimini. Chiesto il dissequestro del tesoretto di Giulio Lolli

Nq Rimini – San Marino: Il tesoretto da 350mila euro destinato alla latitanza / Lolli, chiesto il dissequestro dei gioielli 

Chiesto il dissequestro
per il tesoretto di
Giulio Lolli, l’imprenditore
della Rimini Yacht indagato
per una maxitruffa milionaria
e ora latitante in
Libia. Si tratta di gioielli e
orologi dal valore di
350.000 euro, che gli inquirenti
hanno trovato in una
cassaforte a Bologna nella
disponibilità di un amico di
Lolli. Il tesoretto che forse
doveva servire a pagare le
necessità all’estero di Lolli è
stato scoperto a settembre
in una cassetta di sicurezza
della Banca Carisbo a Bologna,
e posto sotto sequestro
su ordine del sostituto procuratore
di Rimini, Davide
Ercolani.

Di quei beni però
ora si è chiesto il dissequestro
e ieri a Rimini, si è riunita
la camera di consiglio
per prendere in esame l’istanza.
Da registrare la richiesta
della curatela fallimentare
che ha chiesto che
i gioielli vengano restituiti
al fallimento e ricompresi
tra i beni sequestrati a tutela
dei creditori di Lolli. Si
parla di circa 40milioni di
euro di debiti.

[…]

 

 

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy