San Marino. Riprende a Rimini il processo Vulcano: si decide sulle eccezioni. L’Informazione di San Marino

Antonio Fabbri – L’Informazione di San Marino: Il giudice Di Patria si pronuncerà sulle opposizioni dei difensori / Vulcano, testimoni assenti si decide sulle eccezioni

Il processo Vulcano a Rimini va avanti a fatica, tra testimoni che non si presentano ed eccezioni degli avvocati difensori.

Anche all’ultima udienza dello scorso 8 maggio, si è dovuta registrare l’assenza di tre testi.

Uno Livio Bacciocchi, che tramite il suo avvocato Simone Sabattini ha fatto pervenire al Pm Enrico Cieri una missiva nella quale spiegava le ragioni dell’assenza, in particolare il fatto che è pendente ancora sul suo capo l’ordinanza di custodia cautelare legata all’indagine Titano, per la quale oltre al ricorso al tribunale del riesame di Napoli che però si deve ancora pronunciare, è aperto anche il processo con rito abbreviato la cui prossima udienza è fissata per il 3 luglio.

“Difficile, visto il mandato di cattura, che Bacciocchi si presenti in aula”, ha commentato il Pm Cieri. Pm che ha invece sottolineato come agli altri due testimoni che non hanno risposto all’appello, le vittime delle vessazioni del clan Vallefuoco Luigino Grassi e Michel Burgagni, le notifiche sono state fatte. Nonostante ciò non si sono presentati ed è per questo che il pubblico ministero ha chiesto l’acquisizione delle deposizioni già rese nella fase delle indagini preliminari. I due, però, non si trovano. Eppure entrambi i testimoni sarebbero reperibili. Lo hanno evidenziato in aula anche gli avvocati difensori di alcuni imputati che hanno sollevato apposita eccezione. (…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy