San Marino. Roberto Ciavatta (Rete) intervento e analisi delle elezioni italiane

Riceviamo e pubblichiamo

L’esito delle elezioni in Italia è lo specchio di una società che cambia, che vuole cambiare, e il cui cambiamento è ostacolato solamente dai burocrati della politica e dai loro referenti economici.
Personalmente credevo che Grillo non avrebbe superato il 20%, mi ero sbagliato e ne sono felicemente colpito. Allo stesso modo sono dispiaciuto per il fallimento del progetto di Ingroia.
Ora chi ancora non si rende conto, pur di mantenere posizioni di rendita, che è tempo di cambiare, credo abbia poco tempo ancora per farlo.
Le popolazioni del ricco ovest bocciano ricette economiche di risanamento che non risanano, sperequazioni sociali sempre più intollerabili, gruppi d’interesse più o meno occulti (dalla p4 in giù, anche San Marino ne è un covo), manovre che tengono in piedi un sistema iniquo strangolando i cittadini comuni.
Il panorama è scoraggiante: PD e PDL, l’uno il vero perdente delle elezioni, l’altro espressione di un 30% di persone disposte a credere ad ogni fandonia, che faranno?
Probabilmente si profila un’alleanza (guarda caso come quella di San Marino, DC + PSD) per paura di tornare alle elezioni subito. Ma se questo avverrà alle prossime elezioni la nuova politica (non l’antipolitica, quella che noi nel nostro piccolo e, credo, con modalità differenti dai grillini, proponiamo a San Marino) dilagherà.
Servono Rinnovamento, Equità, Trasparenza ed Eco-sostenibilità. RETE ci sta provando a San Marino, auguro ai movimenti civici di riuscire a farlo anche nella vicina Italia.

Roberto Ciavatta
– Movimento Civico RETE

[Comunicato Stampa]

 

 

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy