San Marino, Rovereta. Un casino’, vi si gioca d’azzardo. Mario Venturini, Ap

Su La Tribuna Sammarinese, lettera aperta di Mario Venturini, Alleanza Popolare, a Jeffrey Zani a chiarimento della sua posizione sui giochi che si praticano  a Rovereta di San Marino.

Venerdì 22 e sabato 23 luglio La Tribuna ha sposato in toto le opinioni di alcuni consiglieri di opposizione in merito ad un decreto sui giochi che è stato ratificato durante l’ultima sessione del Consiglio Grande e Generale. I titoli degli articoli pubblicati in quei giorni, infatti, non lasciano dubbi: “Tolto il confine fra giochi della sorte e giochi d’azzardo”, “Via libera al casinò elettronico”.

Confidando nel senso di giustizia che ti è rimasto, ti chiedo di pubblicare queste mie considerazioni. Aggiungo che il contenuto del decreto ratificato (abolizione del limite minimo di 4 secondi sulla durata delle partite nelle slot-machine) non abbatte alcun confine fra gioco della sorte e gioco d’azzardo: sarebbe ridicolo solo pensarlo ma c’è gente che l’ha detto in Aula consiliare e l’ha addirittura scritto.

Nel nostro Paese il gioco d’azzardo è stato introdotto alcuni anni fa con le macchinette del Keno e rappresenta una realtà con la quale tutte le forze politiche presenti in Consiglio hanno dovuto misurarsi quando si sono trovate a governare ma nessuna di esse ha mai proposto di cancellare. Perché allora tanta ipocrisia? Perché sostenere la tesi che la sala di Rovereta si è trasformata oggi in un casinò a tutti gli effetti a causa di qualche secondo in meno di durata delle partite come se in precedenza, quando erano al governo Sinistra Unita e i DdC, fosse stata un innocuo ritrovo dopolavoristico? Perché raccontare la balla che solo ora si perdono tanti soldi? Si può non approvare il decreto del governo ma non per i motivi sostenuti da una parte dell’opposizione alla quale Tribuna ha dato il megafono in via esclusiva. Frasi come “così è un casinò elettronico”, “sotto silenzio (?) si tenta di far passare una modifica pericolosa”, “il Titano si prepara a diventare capitale del gioco d’azzardo”, non stanno né in cielo né in terra. Qualcuno ha perso bussola e buon senso

Leggi sui giochi ed Ap

Vignette di
Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy