San Marino. Sanita’, le critiche di Tonnini (RETE): ‘Clientelismo, bilancio falsato e milioni di crediti inesigibili’

SAN MARINO. Bene un sistema sanitario gratuito, universale e all’avanguardia, che va difeso. Ma i problemi, oggi, sono molti. Elena Tonnini (RETE), in una lunga ed articolata nota odierna, illustra i punti più fragili della sanità sammarinese, tra i quali il debito “verso il ministero italiano di 29,5 milioni” di Euro. 

(…) Ci troviamo di fronte a diversi problemi: il primo è il fatto che negli anni San Marino non ha creato un sistema capace di camminare con le proprie gambe potendo vivere per anni della pioggia di soldi proveniente dal sistema finanziario che adesso non ci sono più. La sanità oggi deve sostenersi da sola  ed è qui che la politica doveva intervenire e purtroppo non lo ha fatto. E non lo ha fatto con questa Segreteria e con questa gestione. Il Segretario inoltre ha parlato di un altro grave problema che è la strumentalizzazione politica, e ho chiesto anche in commissione a chi si riferisse in questo caso, se alla maggioranza o all’opposizione. Oggi risponde che la maggioranza collabora con l’opposizione e questo è vero perché i confini oggi sono labili, e parte delle opposizioni possono farsi voce di parti della maggioranza che evidentemente non hanno il coraggio di portare avanti le  proprie scelte. Lo si vede anche dal fatto che in Congresso di Stato, come riferisce lo stesso Mussoni,  nessun Segretario di Stato ha fatto rimostranze riguardo all’attuale gestione dell’ISS. Questo fa capire molto della credibilità che ha questo governo. 

(…) La stessa cosa vale per il debito verso il ministero italiano di 29,5 milioni, messi a bilancio ma senza la liquidità per far fronte a queste scelte. Su tutto questo si instaura un ordine del giorno proposto da una parte di opposizione che è sì necessario ma nemmeno sufficiente perché se il dirigente ha lavorato male, e a nostro avviso il dirigente e il comitato esecutivo hanno lavorato male anche per mancanza di indirizzo politico da parte del Segretario di stato, è anche vero che esistono voci di una pianificazione precisa di una sua sostituzione e su questo vorremo avere maggiori dettagli e chiediamo al Segretario di chi parla quando parla di strumentalizzazione politica.

[Leggi Comunicato]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy