San Marino. Scarcerati due dei presunti appartenenti alla banda dei furti

Scarcerati due dei presunti appartenenti alla banda dei furti

ANTONIO FABBRI – Sono stati scarcerati ieri mattina due dei tre arrestati perché sospettati di fare parte della banda che mercoledì della scorsa settimana avevano messo a segno furti nelle auto e nei garage. Devono rispondere di furto aggravato in associazione. Per due di loro, il peruviano e l’italiano residenti a Rimini, il Commissario della legge non ha ravvisato le esigenze cautelari ed ha pertanto disposto la scarcerazione.

Resta in carcere, invece il cittadino macedone per il quale l’avvocato Nicola Maria Tonelli con il collega italiano ha annunciato la presentazione di una ulteriore istanza di scarcerazione. Sono sei i denunciati a piede libero, quindi: oltre all’uomo ancora in carcere, anche i due rilasciati e due minori e una donna che da subito erano stati denunciati a piede libero.

Singolari anche due circostanze legate a questa vicenda. La prima è che la madre cercava il figlio tramite un appello su facebook, e questi era stato arrestato a San Marino. La seconda, nell’imminenza dei fatti, è la curiosa circostanza che i fermati avevano rubato le chiavi anche all’avvocato che avrebbe dovuto difenderli. Infatti l’avvocato d’ufficio Antonio Masiello, reperibile al momento dell’arresto, si è presentato per svolgere il suo compito. Arrivato in gendarmeria ha però scorto tra la refurtiva la chiave della sua auto, che tra l’altro non riusciva a trovare. A quel punto ha dovuto dichiarare la propria incompatibilità essendo anche lui vittima degli stessi che avrebbe dovuto difendere.

Articolo tratto da L’informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy