San Marino. Si spulciano i conti bancari di Gabriele Gatti. Notizia Ansa

San Marino. Si stanno spulciando i conti bancari di Gabriele Gatti.

Nell’ambito della cosiddetta tangentopoli sammarinese la magistratura del Titano
apre i conti correnti di Gabriele Gatti, uomo centrale della democrazia
cristiana dagli anni Ottanta in poi. Si tratta di un’indagine al momento
definita “bancaria” perché nessuna contestazione è stata formalizzata a Gatti,
né risulta un’iscrizione nel registro degli indagati per l’ex ministro degli
Esteri sammarinese.

Gli inquirenti del Titano, coordinati dal commissario della
legge Alberto Buriani, stanno indagando su un’associazione per delinquere
finalizzata al riciclaggio delle tangenti, al voto di scambio e al controllo
delle elezioni.

Nell’inchiesta sono finiti così, al momento, due ex ministri, il
democristiano
Claudio Podeschi  e il socialista, Fiorenzo Stolfi. Entrambi sono
stati arrestati. E’ proprio sulla base delle dichiarazioni accusatorie, rese dai
due ex segretari di Stato
che la magistratura ha avviato l’indagine bancaria su
Gabriele Gatti, protagonista della politica democristiana e sammarinese fino
agli inizi del 2000 ed in buoni rapporti anche con governi italiani
(Ansa)

Leggi l’intero lancio ANSA pubblicato il giorno successivo

Gabriele Gatti

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy