San Marino. Smac, Civico10: ‘Esecutivo corre ai ripari con soluzioni mediocri’

Considerazioni di Civico10 sugli ultimi aggiornamenti sul tema Smac. Dopo la detrazione d’imposta di 200 € prevista nell’ultima Finanziaria e l’abbattimento dei costi per il canone del Pos, il Governo ha incrementato la quota forfetaria degli oneri deducibili.

(…) Dato cioè che le tempistiche necessarie per l’introduzione degli strumenti di certificazione dei ricavi (SMaC fiscale) sono più lunghe del previsto, viene riconosciuta una quota forfetaria (senza oneri di documentazione) pari al 100% dell’intera quota da documentare. Tradotto in parole povere, se nel 2014 abbiamo fatto acquisti a San Marino (magari accollandoci prezzi a volte più alti che nel circondario, come sostenuto dalle Associazioni di Consumatori e dai Sindacati) per poter dedurre tali costi tramite SMaC ed abbiamo archiviato tutti gli scontrini e fatture di acquisto… abbiamo perso solamente tempo e risorse. (…)

(…) il non riuscire ad impostare un’attività per il futuro con un minimo di lungimiranza, il non riuscire a comunicare e collaborare con le varie categorie sociali, il non comprendere quali sono i problemi quotidiani di chi lavora e addirittura crearne di nuovi, sono problemi pesanti per chi deve Governare il Paese.

Leggi il comunicato Civico10

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy