San Marino. Storica manifestazione sindacale: qui c’e’ il popolo del lavoro che protesta. L’Informazione di San Marino

Antonio Fabbri – L’Informazione di San Marino: Mentre a Palazzo proseguono i lavoro la folla urla “Ladri, mafiosi, buffoni” /
Ira di piazza Oltre 5000 persone invadono il pianello


La “più grande manifestazione” che il Titano ricordi. La battezza così la Csu. Non sono mancati momenti di tensione e lanci di uova. La gente è arrabbiata e si sente. La piazza urla e inveisce indifferentente contro maggioranza e opposizione. Oltre 5.000 persone in piazza per la gendarmeria, oltre 8000 per gli organizzatori.
Di certo Pianello e vie adiacenti gremiti, per molti impossibilità di parcheggiare. “Ladri, mafiosi, buffoni”, gli epiteti più “gentili” lanciati ai politici asserragliati in Aula. Grida accompagnate da lancio di uova. Il corteo, aperto dallo striscione “No alla stangata”, parte poco dopo le 9 da piazzale Nazioni unite. E il colpo d’occhio è impressionante. A Borgo Maggiore, il traffico va in tilt. Via Giacomini è quasi del tutto occupata. Lentamente il corteo si avvicina al Pianello già semipieno. “Siamo arrivati e siamo tantissimi” urla lo speaker al megafono. “Adesso come la mettiamo? Qui c’è il popolo del lavoro che protesta” si sente urlare, mentre una bandiera rossa con falce e martello ricopre la statua della Libertà.
(…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy