San Marino. Su Marsili, il Collegio dei Garanti. Corriere Romagna San Marino

Corriere Romagna San Marino: L’ultima parola sul giudice che archiviò il filone sammarinese di “Criminal minds” spetta al Collegio dei garanti / Chiesta l’azione disciplinare per Marsili / L’ha deciso la commissione giustizia. Il presidente: «Serve chiarezza»

SAN MARINO. Chiesta l’azione disciplinare per il giudice che archiviò il filone sammarinese dell’inchiesta “Criminal
Minds
”: a nulla è valsa la “difesa” del magistrato dirigente Valeria Pierfelici ascoltata a lungo ieri dalla commissione giustizia presieduta dal consigliere Dc Edda Ceccoli. Dopo l’audizione, durata due ore, i commissari hanno votato all’unanimità a favore della promozione dell’azione di sindacato nei confronti del giudice inquirente Manlio Marsili. Ora, non è detto che per il togato si metta al lavoro da subito la Disciplinare: la decisione spetta infatti al Collegio dei garanti. I Saggi dovranno prima valutare se l’azione può dirsi ammissibile o meno, e in caso avvieranno la reale azione di sindacato.

«Il nostro compito non è entrare nel merito delle indagini – sottolinea il presidente Ceccoli – ma abbiamo invece l’obbligo di difendere le istituzioni dall’attacco alla loro credibilità, perché non vada compromessa l’affidabilità di tanti organismi, ma soprattutto del tribunale. Vogliamo, attraverso questa relazione, fare chiarezza». E sia. Ma, merito o meno, delle indagini s’è comunque parlato nel corso dell’audizione del magistrato dirigente: la Pierfelici ha “difeso” il suo giudice adducendo una serie di spiegazioni al ritardo dell’azione penale; tra le “giustificazioni”, anche il fatto che per Marsili, quelle denunce per minacce e violenze presentate dall ’imprenditore Claudio Vitalucci  nei confronti dei due “body guard” Bruno Patone  e Riccardo
Ricciardi
, costituivano la sua prima inchiesta a San Marino.

Leggi l’ordinanza
a firma del Gip di Rimini
   dott.ssa  Fiorella Casadei

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy