San Marino. Sul voto degli esteri, Il Fatto Quotidiano

Martina Castigliani di  Il Fatto Quotidiano: San Marino, il voto di scambio una prassi. Grazie ai residenti all’estero
(video
) /  Su trentamila persone, la metà non abitano nel piccolo stato. Così
nel giorno delle elezioni arrivano al seggio in blocco con pullman organizzati.
E pagati da alcuni partiti 

Hanno i parenti di San Marino. Un padre, una madre, o un nonno, poco importa.
Ma grazie a questo legame hanno diritto di andare a votare nella repubblica del
Titano. Arrivano da Francia, Stati Uniti e Sud America, e riempiono pullman e
taxi. Che cosa sanno della politica locale? Poco. Nella maggior parte dei casi
nulla. Semplicemente accettano di accollarsi il viaggio perché vitto e alloggio
sono a spese dei partiti. Basta fare una crocetta sul simbolo giusto e un
giretto gratis nella bella Italia non te lo nega nessuno. È la grande polemica
delle elezioni di San Marino, nel piccolo stato, dove su 30 mila abitanti, circa
15 mila sono residenti all’estero. Una fetta consistente in tempo di elezioni.
Una giornata di ricerche non è sufficiente per raccogliere prove e testimoni, ma
permette di raccontare la facilità di assistere a un fenomeno di malcostume
sotto gli occhi di tutti. Basta sedersi in un’osteria del centro per incontrare
un gruppo arrivato dagli Stati Uniti.

Continua a leggere l’articolo di Martina Castigliani,  Il Fatto Quotidiano

 

 

Leggi

la
ipotesi di La Voce di Romagna

la
ipotesi di La Tribuna Sammarinese

la
ipotesi di Smtv San Marino

Guarda

Risultati elezioni,
composizione nuovo
consiglio
, voti
candidati
lista per lista

Puoi vedere anche i voti
riportati dai singoli candidati zona per zona

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy