San Marino. Svolta nel caso Carisp-Sopaf: dieci avvisi di garanzia agli ex vertici. L’informazione di San Marino

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Caso Carisp-Sopaf a una svolta. dieci avvisi di garanzia agli ex vertici. Si procede per Amministrazione infedele / L’inchiesta sammarinese si divide in due tronconi. Nel primo si sta procedendo per amministrazione infedele nei confronti degli ex vertici di Cassa, raggiunti nei giorni scorsi dalla comunicazione giudiziari / Nel secondo troncone delle indagini sulla vicenda Delta si indaga per corruzione nell’ambito di quella che la politica aveva già etichettato come “tangente Sopaf” / Rogatoria in Lussemburgo sui passaggi di denaro

L’indagine giudiziaria su Cassa di Risparmio si divide in due tronconi. Uno nel quale si sta procedendo per amministrazione infedele, l’altro, ancora secretato, nel quale si sta verificando se in quella transazione che riguardava la compravendita di azioni Sopaf con quello che ormai è stato verificato come uno strano “sovrapprezzo”, vi siano stati atti corruttivi. Ne era convinta la politica che non esitò, all’epoca, a parlare proprio di “tangente Sopaf”.

Aperta inizialmente contro ignoti, dunque, l’indagine ha avuto una sua evoluzione e il fascicolo oggi prende due strade. (…)

L’amministrazione infedele. Sono state recapitate in questi giorni agli ex membri del consiglio di amministrazione di Cassa, le comunicazioni giudiziarie, così si chiama l’avviso di garanzia a San Marino, che informa dell’indagine aperta sul loro conto per amministrazione infedele. (…) Secondo le ricostruzioni compiute e la perizia che è stata depositata in tribunale ad aprile scorso, le azioni furono pagate ad un prezzo sproporzionato rispetto al loro valore e ci fu anche un discusso accordo di consulenza. (…)

Leggi l’intero articolo pubblicato il giorno 23


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy