San Marino. Tangentopoli: ‘controlli volutamente superficiali’ da ‘persone volutamente silenti’. R.E.T.E.

Tangentopoli sammarinese: ‘non basta individuare qualche nome per risolvere i problemi’. Una lucida riflessione del Movimento Rete sugli ultimi eventi.

La stampa parla di un sistema spartitorio ben congegnato tra Gabriele Gatti (che a tutt’oggi risulta non indagato), Fiorenzo Stolfi e Claudio Podeschi, che poi avrebbero ingaggiato anche Macina e Felici..e chissà quanti altri ancora di cui le indagini non parlano, viene da pensare.
Ancora una volta deve essere chiaro che non basta individuare qualche nome per risolvere i problemi. Perché se vengono approvate leggi che favoriscono interessi personali, non è solo una persona ma un governo e una maggioranza intera a consentirlo. Se i controlli sono volutamente superficiali è perché le persone che dovrebbero portarli avanti sono volutamente silenti.  Con buona pace del PSD che oggi si affretta a ricordare di aver tenuto a battesimo le leggi antiriciclaggio e si appella al codice etico interno quale testimone della propria serietà. Del resto, di leggi vuote e inapplicate i governi ne hanno promosse un’infinità, così come capita per le istanze d’arengo e gli ordini del giorno approvati e mai attuati. Del resto, nella sua veste di Segretario agli Esteri, lo stesso Fiorenzo Stolfi aveva dichiarato nel 2008, in occasione dell’adesione di San Marino al GRECO (Gruppo di Stati contro la corruzione): “Non abbiamo elementi per dire che questo fenomeno (la corruzione) esiste nella Repubblica” ma “non è detto che se un evento non è riscontrato allora non ci sia bisogno di prevenirlo”. Sei anni dopo Stolfi viene arrestato, ed è ancora ai domiciliari, con accuse di corruzione e riciclaggio e il PSD riesce a malapena a sospenderlo dal proprio direttivo.  Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.  

Leggi il comunicato di R.E.T.E.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy