San Marino, telecomunicazioni: si cerca accordo per Odg condiviso

San Marino Oggi: Telecomunicazioni: Patto e opposizione al lavoro su un ordine del giorno congiunto 

Tre ordini del giorno presentati
(una da parte della maggioranza,
uno del Psd e uno del Psrs),
ma nessuno votato. I Capitani
reggenti, a conclusione del
dibattito sulle telecomunicazioni
in Consiglio Grande e Generale,
hanno accolto la richiesta del
capogruppo della Dc Luigi Mazza
e hanno rinviato alla fine della
seduta la votazione degli ordini
del giorno. Da Mazza, la richiesta
agli altri capigruppo di incontrarsi
per giungere alla stesura di un
testo condiviso.

Intanto comunque
ieri pomeriggio è continuato
il dibattito sul tema delle telecomunicazioni,
settore che, attacca
l’opposizione, è sempre stato frenato
dalle ingerenze della politica.
“Questo Paese ha perso troppo
tempo perchè finora è stata la
politica con le assegnazioni di
licenze a determinare un finto
mercato – accusa Claudio Felici
del Psd -, serve un punto neutro,
un sistema di regole chiaro e
trasparente per gli operatori per lo
sviluppo del settore”.
Ciò che il consigliere del principale
partito di maggioranza invoca
è l’Authority, ma non dipendente
dall’Ufficio delle telecomunicazioni,
come invece ipotizzato
dal segretario di stato Antonella
Mularoni: “Preferiamo un modello
universale, perchè non è un
problema il costo di gestione di
un’authority – assicura Felici -, se
il sistema funziona li ripaghiamo
ampiamente, ma dobbiamo uscire
dall’ottica che l’ente regolatore
resti in mano della politica”.

[…]

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy