San Marino. Tito Masi: ‘Una proposta per voltare pagina’

Come voltare pagina e affrontare in modo nuovo e diverso il futuro dopo le recenti vicende giudiziarie che hanno scosso il Titano? Tito Masi avanza l’ipotesi di dare vita a nuove forme di aggregazione capaci di coinvolgere le persone per bene presenti nei partiti storici, le nuove leve dei movimenti civici disposte a mettersi in gioco, i cittadini che non si sono mai impegnati in organizzazioni di partito ma che sono disposti a dare il loro contributo quale espressione della società civile.

Più che sulla creazione di nuovi partiti, che sono spesso diventati strumenti di voto di scambio e modelli totalizzanti tesi all’ occupazione e al controllo della società e dello Stato, ritengo che dovremmo confrontarci sulla possibilità di dare vita a poche liste elettorali, sostenute da
organizzazioni “leggere” e costituite sulla base di valori e programmi condivisi. Liste che siano capaci di rappresentare i poli tipici di un sistema dell’alternanza che nel nostro Paese, nonostante la legge elettorale, non ha mai preso forma, stante la tendenza dei principali partiti di minoranza a salire sul carro dei vincitori piuttosto che svolgere il ruolo di opposizione e prepararsi per costituire una alternativa, che anche in questo frangente non c’è, alla maggioranza di governo.

il logoramento delle vecchie sigle di partito, con i simboli imbrattati dalle vicende giudiziarie, dovrebbe rendere possibile e consigliabile il percorso che ho indicato, se ancora crediamo nel ruolo che può svolgere la politica al servizio della comunità.

Leggi l’intero intervento

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy