San Marino. Trasmissione paritaria cognome, Vanessa Muratori: ‘La norma è la trasmissione patrilineare’

Ieri il Consiglio Grande e Generale ha approvato la legge di iniziativa popolare che consente la trasmissione paritaria del cognome con 41 voti a favore, 2 contrari e 1 astenuto. Vanessa Muratori, prima firmataria della legge, sottolinea che ‘il legislatore consente ora la scelta del cognome da trasmettere alla prole, ma ribadisce nel lessico che la “norma” è la trasmissione patrilineare’.

Sarebbe stata bella  una legge semplice, che mettesse esplicitamente donne e uomini sullo stesso piano nella trasmissione del cognome, chiudendo anche simbolicamente sia  la lunga stagione della  discriminazione, sia quella dei “piccoli passi”  che “concedono”, anche tanto a volte, ma   lasciando invariato il misconoscimento del pari valore femminile.

Per le situazioni già in essere la legge si fa complicata, la decisione finale spetta al magistrato e non alla madre, mancando  l’auspicato automatismo nella possibilità di aggiunta  del cognome materno. Dispiacciono i percorsi a volte  tortuosi e le  ultime remore lessicali, ma di fatto ora è possibile valorizzare l’ascendenza femminile, perché dall’entrata in vigore della legge i nuovi nati potranno avere il cognome della madre, del padre o di entrambi.  Penso di potere esprimere per questo soddisfazione a  nome di tutti i sottoscrittori della legge di iniziativa popolare.

Leggi l’intero intervento di Vanessa Muratori

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy