San Marino. Ultimatum del Pdcs agli alleati: ‘Risposte al paese o meglio il voto’. L’informazione

L’informazione di San Marino: Aut Aut del Pdcs: risposte al paese o meglio il voto

Aut aut Pdcs agli alleati. A poche ore dalla presentazione del nuovo contenitore politico nato dalla costituente riformista, segretario, capogruppo, presidente e vicesegretario del Pdcs intervengono sui rapporti con gli alleati. “Con loro – spiega il segretario Marco Gatti riferendosi a Psd e Ap – non abbiamo mai posto questioni sulla loro riorganizzazione interna o sui loro rapporti politici di prospettiva”. Piuttosto, “quello che la Dc ha sempre chiesto agli alleati- prosegue – è cosa facciamo domani mattina, quali sono le priorità ed è quello che continueremo a fare”. Il segretario del Pdcs ammette infatti che ultimamente l’azione di governo sia “rallentata” e che l’avvicinarsi alle  elezioni non aiuti. “Se la priorità non fosse più il Paese ma il risultato delle elezioni – sottolinea – per noi sarebbe un problema”. Quindi, il segretario anticipa le legittime pretese verso il Psd: “Da questa sera chiederemo all’alleato di continuare a lavorare per una programmazioni immediata e, se è nelle condizioni, di darci finalmente anche risposte di prospettiva”. Del resto, “se ci sono le condizioni per arrivare a fine legislatura ci arriveremo – commenta – se vediamo invece che il Paese si ferma, convocheremo i nostri organismi per prendere le decisioniopportune”. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy