San Marino. Upr: ‘Servono atti concreti per lotta al cambiamento climatico’

Considerazioni del movimento Unione per la Repubblica sul cambiamento climatico in relazione alla partecipazione della Reggenza al Summit dell’Onu: andrebbe avviata una svolta per dare un segno concreto che la Repubblica di San Marino non lavora per ridurre l’inquinamento globale solo partecipando ai summit mondiali, ma da un fattivo contributo con azioni reali.

UPR ritiene apprezzabile l’impegno della Repubblica di San Marino a livello internazionale con la presenza a questi vertici, ma consideriamo prioritario a livello nazionale attuare degli interventi concreti. Interventi che dovrebbero essere prioritariamente sviluppati dallo Stato, per un aspetto etico e poi estendersi verso la collettività.

Perché San Marino non adotta misure concrete per dare l’esempio? Facciamo delle proposte? Dismettiamo le auto di grossa cilindrata in uso alle cariche istituzionali e rimpiazziamole con vetture ibride o elettriche, allestendo centri di ricarica alimentati da energie rinnovabili. Altri? Le sedi istituzionali sono all’interno di edifici altamente energivori, Palazzo Pubblico potrebbe avere degli impianti per produrre energia da fonti rinnovabili e accorgimenti per ridurre il consumo elettrico interno, con impianti elettrici e apparecchiature a basso consumo. (…)

Leggi il comunicato Unione per la Repubblica

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy