San Marino. Upr sull’accordo OCSE per lo scambio automatico di informazioni

Il movimento Unione per la Repubblica guarda con favore alla sottoscrizione dell’accordo per lo scambio automatico di informazioni fiscali secondo il modello Ocse. Considera altresì rilevante “costituire una “task force” di esperti indipendenti, di espressione internazionale, che abbia un ruolo chiave nell’esecuzione del progetto di rilancio, allo scopo di valorizzare, potenziare e coinvolgere l’intero sistema nel progetto stesso”.

La scelta di essere fra i 51 stati che hanno deciso di aderire da subito a questo accordo che entrerà in funzione dal 2017 è un punto rilevante per lo sviluppo del Paese e per la costruzione di un nuovo modello economico e sistema finanziario conforme agli standard internazionali. Ma la posizione di San Marino, rappresentato dal Segretario di Stato per le Finanze e Bilancio Giancarlo Capicchioni al Global Forum per la trasparenza e lo scambio di informazioni dell’OCSE di Berlino è solo un tassello che deve essere accompagnato da un’operazione di più ampio respiro. A giudizio dell’Unione per la Repubblica sono necessari interventi strutturali, alcuni fra l’altro già abbozzati anche dal Consiglio Grande e Generale e dal Governo, su cui si dovrebbe agire senza indugi. (…)

Leggi il comunicato Unione per la Repubblica

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy