San Marino. Usc a Pedini Amati: “È inutile lanciare minacce rivolte a noi”

L’Unione sammarinese commercio e turismo non sta con le mani in mano e controreplica al segretario di Stato per il Turismo, Federico Pedini Amati, sulla mancata attivazione del servizio navetta nel centro storico di San Marino.

Unione sammarinese commercio e turismo, non volendo alimentare ulteriori sterili polemiche o botta e risposta mezzo stampa con la segreteria di Stato per il Turismo, rende noto di aver inviato tutta la documentazione alle istituzioni, prodotta e ricevuta, in merito all’argomento ‘servizio navette in centro storico’ – dichiara in una breve nota l’associazione di categoria -. L’associazione ha ritenuto doveroso e necessario l’invio dopo le recenti dichiarazioni pubbliche del segretario di Stato Federico Pedini Amati, rivolte in primis alla nostra associazione e a tutti gli operatori interessati. Dispiace constatare, ancora una volta, che opinioni diverse vengano interpretate per posizioni contrastanti ma soprattutto che venga messa in discussione la nostra onestà, ampiamente dimostrata dai documenti inviati alle istituzioni. Dal nostro punto di vista, quando non si trovano argomentazioni sostanziali, è inopportuno lanciare ‘strali o minacce’ soprattutto rivolte a una categoria economica, ancora in forte difficoltà, che sta cercando con le proprie forze, di sopravvivere e far sopravvivere le proprie famiglie chiedendo che venga loro riconosciuta la giusta dignità ed evidenziato il loro valore”.

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy