San Marino. USL: “Necessaria normativa che implementi strumenti a tutela e sostegno della famiglia”

“Da tempo USL è impegnata a sollecitare la parte governativa, come già accaduto nella passata legislatura, al fine di favorire ed ampliare gli strumenti a sostegno della famiglia.

Nello specifico USL ha più volte richiesto di ampliare alcuni istituti normativi, tra i quali la possibilità di aspettativa prolungata oltre i 18 mesi in caso di parti gemellari o plurimi e con indennità maggiorata, l’estensione del diritto ad assentarsi dal lavoro durante il periodo di allattamento anche per i papà ed il riconoscimento di un congedo di paternità per i padri che lavorano.

In merito a quest’ultimo punto, ricordiamo come attualmente a San Marino non sia previsto alcun giorno di congedo di paternità, differentemente da quanto disposto a livello europeo dalla direttiva 2019/1158, che prevede per i padri un congedo di paternità minimo di 10 giorni lavorativi retribuiti, e che la stessa Italia ha recepito recentemente in questi termini. Il congedo di paternità, e più in generale la questione dei congedi parentali, sono degli strumenti che impattano diverse sfere del vivere privato e sociale. Coinvolge la salute del bambino, la salute delle mamme, specialmente dopo il parto, e rappresenta un fondamentale sostegno alle famiglie. “Serve un passo deciso in avanti– afferma il Segretario Industria ed Artigianato Enrico Biordi-  nel riconoscere pienamente il valore di tali strumenti, determinanti ai fini di una politica che abbia come obiettivo la tutela della famiglia, anche e soprattutto in momenti determinanti della stessa, e la tutela dell’occupazione in senso più ampio. Tale obiettivo rappresenta un’opportunità, in particolar modo in un contesto relativamente piccolo come il nostro, dove è quanto mai determinante mettere in campo tutti gli strumenti a favore ed a sostegno della natalità e della famiglia in generale”.

Riteniamo pertanto non più procrastinabile il confronto tra le parti sociali ed il governo al fine di individuare i giusti strumenti normativi da adottare per dare una risposta concreta a tali esigenze”.  

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy