San Marino. USOT: “Nessun confronto sul nuovo Decreto Delegato”

 “.USOT vuole sentitamente ringraziare i numerosi Associati che nella giornata di giovedì 26 novembre hanno partecipato all’Assemblea Generale. Una Assemblea partecipata che ha approvato i punti all’ordine del giorno ed in particolare il progetto volto alla costituzione di una Confederazione con OSLA che, pur mantenendo la propria autonomia giuridica ed economica, riuscirebbero a fornire in modo ancora più efficace e puntuale i servizi ai propri Associati, ovvero a imprenditori della micro, piccola e media impresa, del terziario avanzato e lavoratori autonomi”.

Lo rende noto USOT attraverso un comunicato. “Usot vuol ringraziare il Dottor Filippo Francini (Direttore Dipartimento Turismo e Cultura) per essere intervenuto in rappresentanza della Segreteria di Stato per il Turismo ed essersi fattivamente confrontato con gli Associati presenti ed aver raccolto le criticità e le indicazioni provenienti dai presenti.

Il nuovo Decreto Legge emanato nel tardo pomeriggio di ieri e sul contenuto del quale non è mai avvenuto alcun confronto con le Associazioni Datoriali, introduce per le attività del nostro Settore nuove limitazioni e vincoli come il distanziamento di almeno un metro e mezzo tra tavoli (che riteniamo assolutamente eccessivo) e almeno un metro tra una persona e l’altra, il limitare la permanenza al tavolo al tempo strettamente necessario alla consumazione, le sole 4 persone per ogni tavolo che rappresentano un ostacolo non superabile per garantire la sussistenza economica dell’azienda.

Riteniamo che quanto previsto nel precedente Decreto Legge n° 193 qualora applicato in maniera rigorosa ed uniforme, in termini di controlli ed eventuali sanzioni senza distinzioni, come avevamo già detto in un precedente comunicato stampa e formalizzato al Governo, rappresentasse un giusto compromesso fra sicurezza, prevenzione ed attività economica profittevole. Si sarebbe potuto pensare, piuttosto, di ridurre l’orario di apertura di locali alle 23.00 e contestualmente prevedere un coprifuoco per le ore 23.30.

Purtroppo, la Legge di bilancio 2021 non prevede alcun tipo di supporto economico alle imprese ed in particolare al Settore Turistico e Commerciale Turistico, certifica che i Titano Bond, per ora, restano solo sulla carta e la loro emissione viene rimandata a data da destinarsi ed infine che il “prestito ponte” sarà usato per la spesa corrente. 

Ribadiamo con forza che il Governo deve accelerare il reperimento delle risorse finanziarie necessarie per sostenere con interventi mirati quelle attività che hanno subito in maniera più pesante questa crisi economica che è ben lontana dal vedere la sua fine”

——

 

 

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782



Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy