San Marino – Venezia Mose: Minutillo a ruota libera. Aggiornamento

Pare che nella vicenda della tangentopoli veneta, l’indagine Mose sia da considerarsi effettivamente uno sviluppo diretto della indagine
Chalet
, dove erano emersi i collegamenti con la Repubblica di San Marino attraverso il trio Minutillo, Colombelli, Galan.  Coinvolti il  sistema finanziario sammarinese  (Banca
Commerciale Sammarinese
, Finanziaria
Infrastrutture
) nonché certi 
politici
.

Ebbene a quanto scrive Lorenzo Sani di Il Resto del Carlino pare proprio che la  signora  Minutillo sia la chiave di volta dei nuovi sviluppi

Claudia Minutillo, ex segretaria di Galan ha raccontato come funzionava il sistema quando alla guida del Veneto, per 15 anni, c’era il suo «capo». È lei a confermare «la piena partecipazione» del presidente e di Renato Chisso, ex socialista, passato a Forza Italia, al sistema corruttivo. Ingenti somme di denaro venivano versate più volte all’anno «per agevolare il Gruppo Mantovani». Minutillo aveva raccolto direttamente lo sfogo dell’ad della società, Piergiorgio Baita, primo arresto eccellente dell’inchiesta, lo scorso anno.«Quel denaro serviva per agevolare Mantovani nella presentazione e nell’iter burocratico relativi ai project financing che le società del gruppo Serenissima Holding presentavano in Regione. Quando Galan era presidente il controllo delle commissioni e degli assessorati era praticamente totale»

Già la Minutillo aveva rivelato che per il trasporto di danaro transfrontaliero ci si serviva di William Colombelli dato che aveva il passaporto diplomatico in quanto in organico presso la Segreteria di Stato della Repubblica di San Marino (nominato da Ciccio).

La Minutillo parla anche di almeno un versamento per Galan  su un conto corrente presso S.M. International Bank Spa di San Marino (Il Fatto Quotidiano)

Leggi anche (aggiornamento):

Il Messaggero: Mose, il sistema Galan. I giudici: «L’ex governatore a libro
paga, stipendio di un milione l’anno»

Ed anche (approfondimento): Quei legami con il Psd. Claudia Minutillo dal Veneto a San Marino e poi in Veneto

Quando la Minutillo ha confessato.  confessa: io, Baita e come funzionava il sistema San Marino.
Gianluca Amadori

Vanessa Renzi, incontrollabile. Antonio Fabbri, indagine Chalet. Colombelli e Baita e i ripetuti tentativi
di inquinare le prove

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy