San Marino – Venezia Mose. Stefano Elli: Quel milione sbloccato in un Minutillo

Stefano Elli di IlSole24Ore: Pratiche di frontiera / Quel milione sbloccato in un “Minutillo” /  Il bonifico “scappato” dalla Bcs di San Marino, il Mose e le ipotesi sulle reti del nero

Elli tratta del bonifico “scappato” dalla Bcs in un periodo di blocco totale deliberato, per detta Banca,  da Banca Centrale  della Repubblica di San Marino.

  Blocco totale. Soldi congelati, nessuno può prelevare, nessuno può versare denaro. Una cortina di ferro impenetrabile.

Eppure qualcuno trova il sistema di forzare il blocco. Accade il 15 dicembre del 2011. La data di un bonifico ‘giroconto’. Un passaggio interbancario tutto sammarinese alla fine del quale 1.184.480,42 euro passano da un conto della Banca
Commerciale Sammarinese
, intestato alla Finanziaria Infrastrutture a un conto dell’Istituto Bancario Sammarinese, intestato alla medesima Finanziaria Infrastrutture. Insomma un’operazione di smarcamento delle somme per sottrarla a eventuali vincoli o occhi indiscreti.

E da chi è amministrata la finanziaria Infrastrutture? Da Claudia Minutillo, assistente personale di Giancarlo Galan, presidente delle  regione Veneto, amministratrice di fatto del brocker sammarinese Bmc, finita nell’occhio del ciclone del sistema tangentizio sull’installazione del sistema di di salvaguardia della città lagunare dall’acqua alta. Chi decide di dare l’ok al bonifico? I commissari. Però – dicono – su esplicita autorizzazione dell’autorità di vigilanza: in particolare di Antonio Gumina che però (…)

Leggi l‘intero articolo pubblicato alle 23,30

Stefano Elli

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy