San Marino. Zanotti – bilancio finale Dakar

ZANOTTI E’ TORNATO A SAN MARINO DALLA DAKAR

“IL BILANCIO E’ POSITIVO”

Missione compiuta. Alex Zanotti alla vigilia della Dakar aveva detto che il suo obbiettivo era giungere al traguardo e ci è riuscito nonostante mille difficoltà. E’ tornato a San Marino con il 71° posto nella gara più affascinante del mondo e con la consapevolezza di essere competitivo. La sua Tm Rally S13, costruita da TM Racing, è una moto nuovissima che ha avuto problemi di gioventù ma che si è dimostrata affidabile e competitiva. Nelle prime tappe Alex ha avuto noie tecniche alla pompa della benzina dovute ad un surriscaldamento causato dalle elevatissime temperature nei deserti sudamericani (44 gradi), risolte quelle hanno iniziato a cedere le saldature dei serbatoi. In pratica Alex ha dovuto cercare carburante tra il pubblico durante tutta la Dakar perdendo quindi parecchi minuti. La sua moto ha dimostrato però un ottimo potenziale. Affidabili e performanti anche le gomme GoldenTyre, una garanzia. Nelle ultime tappe Alex è riuscito a precedere spesso l’asso della Honda HRC Johnny Campbell, super-campione delle Baja americane ed il pilota di off road più stimato negli Stati Uniti. In Sud America, ha incontrato inoltre David Casteu, il francese battuto lo scorso anno nel Mondiale Baja ed in testa alla Dakar fino al momento del ritiro nella nona tappa a causa di un incidente. Appena arrivato a casa, Alex Zanotti è andato in TM per iniziare a lavorare in vista della prossima stagione agonistica e della Dakar 2014. Ora preparerà una relazione tecnica sulle problematiche riscontrate sulla moto, che verranno immediatamente risolte in vista della sua entrata in produzione. La Tm Rally S13 verrà ulteriormente sviluppata, aggiornata e testata in modo di poter ambire ai vertici già dalla prossima Dakar. “Sono tornato da poche ore ma sono già al operativo – spiega Alex Zanotti – ringrazio di cuore la TM per l’ottimo lavoro svolto. Sono molto soddisfatto di questa Dakar. La mia moto è nuovissima, ha avuto qualche problema di gioventù ma ha un potenziale enorme. La casa marchigiana è piccola però ha una grande passione ed ottimi professionisti. Era alla sua prima Dakar in forma ufficiale e l’ha conclusa mentre altre aziende ben più importanti non erano riuscite in questa impresa. Nelle ultime tappe, quando avevamo risolto i problemi alla pompa della benzina, abbiamo dimostrato di potere stare comodamente tra i primi 20 quindi non posso che essere fiducioso. Esprimo tutta la mia gratitudine anche a due grandi aziende: Go&Fun e Del Conca per il loro fondamentale contributo. Grazie inoltre al CONS, alla FSM, alla mia famiglia e a tutti i miei tifosi che mi hanno seguito con affetto durante tutta la Dakar”.                  

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy