Segreteria Territorio. Invitato per una collaborazione l’architetto Tadao Ando

La Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente, l’Agricoltura e i Rapporti con l’A.A.S.P informa che nella mattinata di oggi, sabato 21 aprile 2012, gli Ecc.mi Capitani Reggenti hanno ricevuto in udienza l’Architetto giapponese Tadao Ando, invitato a San Marino dalla scrivente Segreteria di Stato.
All’udienza era presente anche il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino, Tito Masi.
L’Architetto Tadao Ando, uno dei maggiori esponenti dell’architettura contemporanea; una carriera eccellente e prestigiosa, costellata di successi, significative collaborazioni ed affermazioni a livello internazionale.
    Insignito da riconoscimenti e premi tra i più prestigiosi del settore, per citarne uno dei più importanti il Premio Pritzker Architecture Prize, conosciuto anche come il Nobel dell’architettura, ricevuto nel 1995.
L’architetto Tadao Ando ha progettato musei, uffici, fabbriche, negozi, edifici commerciali e residenziali in tutto il mondo.
    Le sue opere, le sue realizzazioni sono caratterizzate da un comune denominatore: l’estetica minimalista, l’essenzialità delle forme e della materia, il rispetto per l’ambiente e per il mantenimento dell’armonia tra la sua architettura e la natura.
    La visita dell’architetto – di per sé un privilegio per il nostro Paese – è motivata dalla scelta del Governo e della Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente di sottoporre alla Sua attenzione il “Piano Particolareggiato dell’Area Progetto Architettonico Giardino dei Liburni e Cisterne del Pianello”, valutando la possibilità di definire una eventuale collaborazione professionale per la ristrutturazione del sito,  destinandolo a spazi espositivi, congiuntamente alla redazione di un progetto di ridefinizione dell’intera area adiacente.
    Un intervento qualitativamente elevato che andrebbe a valorizzare un luogo inconsueto, unico per le sue peculiarità architettoniche, storiche e culturali. Un luogo simbolo della sammarinesità, delle istituzioni e delle secolari tradizioni, e, per questo caro ai sammarinesi.
    La visita è stata improntata nella massima cordialità e sono stati effettuati sopralluoghi allo scopo di inquadrare preliminarmente le opere da realizzarsi al fine del recupero e riconversione funzionale dell’area; tale importante progetto costituisce un ambizioso intervento nell’ambito del progetto di riqualificazione dell’offerta turistica e culturale sammarinese.
L’architetto ha manifestato un forte interesse all’invito propostogli, riservandosi di comunicare i dettagli della proposta professionale.
Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente, l’Agricoltura e i Rapporti con l’A.A.S.P
San Marino, 21 aprile 2012/1711 d.F.R.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy