Sequestrato, massacrato di botte un imprenditore lungo la superstrada Rimini San Marino

E’ stato sequestrato, ammanettato, massacrato di botte e poi lanciato da un auto in corsa. E’ accaduto sulla superstrada che collega San Marino a Rimini, al distributore della Erg. Un imprenditore di Cremona dopo essere stato in Repubblica si è fermato a fare rifornimento di carburante. Qui è stato avvicinato da 3 uomini che lo hanno ammanettato e colpito con una scarica di pugni in pieno viso. Poi i tre lo hanno costretto a salire a bordo della sua auto e sono scappati. Dopo un paio di chilometri, al semaforo della Grotta Rossa, hanno svoltato a destra e lanciato l’imprenditore fuori dall’auto. Ma quella imboccata è una strada chiusa. Così, dopo una retromarcia ad alta velocità, hanno tentato di fare inversione finendo fuori strada. L’auto ha capottato e i tre sono fuggiti a piedi. Le forze dell’ordine, allertate dagli abitanti della prima casa trovata dall’aggredito, hanno esteso lo stato di allerta anche alla Repubblica dove la Gendarmeria ha subito pattugliato i confini.
I tre, dopo il rocambolesco sequestro, non hanno portato via nulla. Né la valigia di colore arancione presa in custodia dalla polizia e neppure il portafogli dell’uomo
” (da San Marino Rtv).

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy