Sinistra Unita: no a prestiti dal Fmi

No alla richiesta di prestito al Fondo Monetatrio
Internazionale

 

Le vicende internazionali forse non bastano a far capire
alla classe politica quanto l’eventuale richiesta di apertura di una linea di
credito al Fondo Monetario Internazionale sia gravida di implicazioni e
conseguenze negative.

La nostra propensione alla condivisione dei provvedimenti da
mettere in atto per risollevare le sorti economiche e sociali del paese, che ci
ha portato a condividere un ordine del giorno in previsione  dell’annuale incontro di primavera presso il
Fondo Monetario Internazionale a cui San Marino parteciperà, non devono in
nessun modo far pensare al governo del patto 
di sfuggire alle proprie responsabilità.

In nessun caso e per nessuna ragione Sinistra Unita intende
avvallare l’eventuale richiesta di un prestito al FMI, perché questo non è
stato mai concordato e non emerge dallo stesso ordine del giorno. Se a Washingtown
sarà formulata questa richiesta il patto dovrà assumersene la completa responsabilità
verso il paese e le giovani generazione su cui graverà tutto il peso di una scelta
tanto negativa quanto irresponsabile.

Noi riteniamo che nonostante il patto abbia spinto a limiti insostenibili
il debito pubblico e nonostante continui la quotidiana opera di spreco, ci sia
ancora la possibilità di governare economicamente la situazione, fermando questa
deriva con le nostre sole risorse, senza dover mettere le future generazioni in
condizioni di totale asservimento verso un creditore implacabile quale appunto
il FMI.
Tanto più in un paese, il nostro, che deve reimparare a utilizzare le sue
risorse per il bene comune, come dimostrano i tentativi ultimi della
maggioranza di sistemare i suoi leader decotti nella pubblica amministrazione con
stipendi faraonici, il pagamento di inutili consulenze milionarie e la rimessa
in moto delle assunzioni clientelari in vista delle prossime elezioni.

Sinistra
Unita

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy