Sovranità di San Marino, cosa da intimi?

Continua a stupire l’assenza di qualsiasi dibattito all’interno della Repubblica di San Marino circa l’andamento della trattativa con l’Italia. Trattativa che riguarda l’accordo di collaborazione finanziaria e le
modifiche all’accordo contro le doppie imposizioni secondo il più recente standard Ocse. Intese che permetteranno l’entrata in vigore anche dell’accordo di cooperazione economica firmato il 31 marzo (come da dichiarazione congiunta).
Succederà come il 17 novembre del 2005 quando all’improvviso i sammarinesi ed il Consiglio Grande e Generale vennero informati che il giorno successivo già si sarebbe firmato quel testo dell’accordo di cooperazione economica che all’art. 1 prevedeva, di fatto, la riduzione della Repubblica di San Marino a un lembo di territorio italiano?

Ad esempio ancora non sono state smentite le voci di lesioni alla sovranità per dar in qualche modo la possibilità al sottobosco politico-affaristico che ha devastato il paese in questi ultimi decenni di avere una qualche chance di continuare a farlo ancora per un altro po’.

Leggi: A San Marino preoccupazioni per la sovranità
Vedi gli articoli, pubblicati anche su L’Informazione di San Marino, del
– 18 maggio, San Marino come Montecarlo… No
– 15 maggio, Lesione della sovranità non compensata da reciprocità
– 22 giugno, Inaccettabile il controllo di Bankitalia sulle nostre banche .

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy