Stefano Massini racconta il suo “Alfabeto delle emozioni” a San Marino

Domani sera alle ore 21.30, al Campo Bruno Reffi di Città di San Marino, avrà inizio con “Alfabeto delle emozioni” di Stefano Massini la rassegna “PulsAzioni”, promossa dalla segreteria di Stato per la Cultura, ideata e organizzata dagli Istituti Culturali.

Stefano Massini, lo scrittore così amato per i suoi racconti in tv del giovedì sera a “Piazzapulita”, partirà per un viaggio profondissimo e ironico al tempo stesso nel labirinto del nostro sentire e sentirci in un immaginario alfabeto in cui ogni lettera è un’emozione (P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia). Lo riportano in una nota gli Istituti Culturali.

Massini trascinerà il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’obiettivo unico di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro: scorrono visi, ritratti, nomi, situazioni; si va da Arthur Conan Doyle che fa l’esperimento di sondare i suoi amici sul tema del dubbio al grande Chagall che non riesce a reagire alla scomparsa di Bella Rosenfeld da Al Capone che tremava alla vista di una siringa alla moglie di Giosuè Carducci costretta a pregare i compagni del poeta di farlo vincere alle carte.

Ad andare in scena sono la forza e la fragilità dell’essere umano, dipinta con l’estro e il divertimento di un appassionato narratore, definito da Repubblica “il più popolare raccontastorie del momento”.

Laureato in Lettere antiche all’Università di Firenze, Stefano Massini a 24 anni inizia a frequentare l’ambiente teatrale durante il servizio civile collaborando al Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2001 è assistente volontario di Luca Ronconi al Piccolo Teatro di Milano, da cui viene stimolato a dedicarsi alla scrittura di nuovi testi. Inizia a sperimentare la scrittura scenica e dal 2005 decolla la sua attività di drammaturgo, vincendo all’unanimità il Premio Tondelli per l’opera originale “L’odore assordante del bianco”.

In Italia i suoi testi teatrali sono stati pubblicati da Ubulibri di Franco Quadri (“Processo a Dio”, “Memorie del boia”, “La fine di Shavuoth”, “L’odore assordante del bianco”, “Trittico delle Gabbie”, “Donna non rieducabile. Memorandum su Anna Politkovskaja”) e da Einaudi (“Lehman Trilogy”, “7 minuti”, “Stato contro Nolan”).

Prendendo spunto dagli eventi successivi alla crisi economica del 2008, tra il 2009 ed il 2012 Massini scrive “Lehman Trilogy”, tradotta in 15 lingue, rappresentata sui palcoscenici di tutto il mondo e celebrata da Broadway al West End di Londra (nel 2018-2019 nell’edizione diretta dal Premio Oscar Sam Mendes per il National Theatre di Londra è in cartellone a Londra al Piccadilly Theatre nel West End e all’Armory di New York).
In Italia viene portata sul palco in versione estesa per la prima volta nel 2015 da Luca Ronconi, raccogliendo un notevole successo di critica e pubblico e numerosi riconoscimenti, tra cui due Premi Ubu.

Il suo “7 minuti” debutta nel 2014 per la regia di Alessandro Gassmann, protagoniste 11 attrici fra cui Ottavia Piccolo. Il testo viene pubblicato da Einaudi nella collana Teatro e nel 2016 diventa un film diretto da Michele Placido, co-sceneggiato con l’autore e interpretato da un cast internazionale.
Il film ha ricevuto il Premio Speciale Nastri d’Argento 2017. Nel 2020 il testo verrà prodotto dalla Comédie-Française, con la regia di Maëlle Poésy.

Dal 2015 al 2020 è stato consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano, sostituendo Luca Ronconi.

Nell’autunno 2015 Lluís Pasqual dirige al Lliure di Barcellona le versioni catalane di “Donna non rieducabile” e “Credoinunsolodio”, testo che di lì a poco debutta anche per il Piccolo Teatro di Milano per la cura di Manuela Mandracchia, Sandra Toffolatti, Mariangela Torres.
A gennaio 2016 il TNN di Nizza presenta “Terre noire”, testo commissionato con la regia di Irina Brook, mentre la versione tedesca di “Lehman Trilogy” viene allestita contemporaneamente da sei teatri pubblici (Monaco, Dresda, Colonia, Linz, Lucerna e Hannover). Il Rideau di Bruxelles produce la versione belga di “Lehman Trilogy” con la regia di Lorent Wanson, vincendo il premio della critica teatrale come spettacolo dell’anno.
Una grande accoglienza di pubblico e critica è riservata anche alla versione spagnola prodotta dal Grec di Barcellona con la regia di R. Romei.

Nell’autunno 2016 si colloca il debutto di Fabrizio Bentivoglio ne “L’ora di ricevimento”, mentre i palcoscenici stranieri vedono debuttare 7 nuove versioni di “Credoinunsolodio” (Germania, Svizzera, Algeria, Perù, Messico, Canada e Francia in un acclamato allestimento diretto da Arnaud Meunier con l’interpretazione di Rachida Brakni).
“Donna non rieducabile” viene contemporaneamente allestito in Canada, Argentina. Perù e Messico. Inizia la collaborazione con il quotidiano La Repubblica.
Nel 2017 Irina Brook dirige per il TNN di Nizza “Point d’interrogation”“Louise e Renée”, liberamente tratto dalle “Memorie di due giovani spose” di Balzac.
Per Pistoia Capitale Italiana della Cultura scrive “Il Vangelo secondo Judah” interpretato da Luigi Lo Cascio e Ugo Pagliai davanti al fregio di Della Robbia del loggiato dello Spedale del Ceppo.
In autunno “Occident express” debutta con grande successo contemporaneamente in Italia, con Ottavia Piccolo e l’Orchestra Multietnica di Arezzo, a Vienna e a Colonia.

Pubblica nel 2016 il romanzo “Qualcosa sui Lehman”, versione integrale da cui è stata tratta la drammaturgia, aggiudicandosi i Premi Super Mondello, Campiello Selezione Giuria, Premio De Sica, Premio Giusti e Premio Fiesole.
In Francia l’edizione francese pubblicata nel 2018 ha ricevuto il Prix Médicis e il Prix du meilleur livre étranger.

Nell’autunno 2017 esce il secondo romanzo per Mondadori “L’interpretatore dei sogni”. Anche da questo romanzo viene tratto uno spettacolo teatrale, diretto da Federico Tiezzi e in scena per il Piccolo Teatro di Milano.

Per Il Mulino ha pubblicato “Lavoro” (2016) e “55 giorni. L’Italia senza Moro” (2018) da cui è stata tratta l’omonima trasmissione televisiva di e con Luca Zingaretti in onda in prima serata su Rai1 l’8 maggio 2018.

I suoi ultimi libri sono “Dizionario inesistente” (Mondadori, 2018) e “Ladies Football Club” (Mondadori, 2019).
Incontra l’attenzione del grande pubblico televisivo con i suoi racconti ogni giovedì sera in prima serata nella trasmissione “Piazzapulita” di Corrado Formigli su La7.

Per il Concerto del Primo Maggio 2018 viene invitato a raccontare una delle sue storie sul tema del lavoro sul palco di Piazza San Giovanni in Laterano a Roma trasmesso in diretta su Rai3.

Collabora ai testi per la seconda edizione dell’evento show “Danza con me” di Roberto Bolle, prodotto e trasmesso da Rai1 il 1° gennaio 2019.

Dal 6 luglio 2020 inizia a collaborare con Repubblica.it, la versione online del quotidiano La Repubblica, con la rubrica “Parole in corso”, nella quale ogni giorno espone in un video di circa due minuti la etimologia di una parola o di una espressione italiana.

Dal 12 dicembre 2020 conduce con Andrea Delogu, dal Teatro Sistina di Roma in diretta su Rai3, “Ricomincio da Raitre” pensato per sostenere e dare la possibilità di esibirsi a moltissime realtà dello spettacolo dal vivo bloccato dal lockdown.

 

Gli altri appuntamenti della rassegna “PulsAzioni” (ore 21.30 al Campo Bruno Reffi; ingresso gratuito):

Mercoledì 28 luglio – NATALINO BALASSO in DIZIONARIO BALASSO

Giovedì 29 luglio – LAURA MORANTE incontro e proiezione del film “ASSOLO” di cui è regista e interprete

Domenica 1° agosto (in collaborazione con SMAF) –  MARLENE KUNTZ in POST PANDEMIC TOUR

 

Al fine di evitare assembramenti, per gli appuntamenti di domani, dopodomani e giovedì 29 luglio che prevedono posti a sedere, è consigliata la prenotazione sul sito internet www.eventbrite.it. Informazioni sulla pagina Facebook “PulsAzioni Rsm”.

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy