SU su Governo e Mafia

Quando non si vuole affrontare la possibile esistenza della Mafia cala il silenzio e il “non sento, non vedo, non parlo”. Lo stesso sta succedendo nel nostro Paese, dove i fatti legati all’inchiesta di Napoli ad oggi hanno portato unicamente ad un “non c’entro”  e a qualche riflessione isolata.
Noi crediamo che seppure l’approfondimento di carattere giudiziario debba essere svolto dagli organi competenti e dalla commissione antimafia, gli approfondimenti politici e sociali debbano essere sviluppati pubblicamente.
La prima riflessione nasce dalla presenza di figure legate al mondo della politica coinvolte nelle intercettazioni. Oltre al “ministro inguaiato”, compaiono due funzionari che svolgono la loro attività lavorativa all’interno di segreterie di stato dell’attuale Governo.
Una politica incontaminata avrebbe subito preso le distanze da determinati fenomeni e chiesto la sospensione da ogni funzione pubblica dei soggetti coinvolti. Questo, ad oggi, non è avvenuto. Sinistra Unita ritiene sia necessario porre una domanda collettiva sul perché non ci sia stata un’autosospensione da parte di chi salutava Vallefuoco con l’amichevole “ciao puttana” e lo consigliava su come occultare l’identità delle utenze telefoniche. Perché Moreno, Arturo e Fiore non vengono sospesi (o si autosospendono) dai loro ruoli in attesa che la verità emerga? Perché la politica tace su questi gravissimi fatti?
Le intercettazioni parlano di attività legate al riciclaggio, di sconto assegni in quantità esorbitanti, di recupero crediti con mezzi coercitivi, di  creazione di società fittizie, dello sviluppo  a San Marino di attività di copertura per attività illegali, come il forno che riforniva le scuole o il bar di Gualdicciolo e di attività edilizie.
Di fronte ad uno scenario così vasto e preoccupante noi chiediamo che questo muro di omertà venga abbattuto e che siano intrapresi percorsi legislativi capaci di isolare chi ancora si muove al di là del confine della legalità.
Sinistra Unita

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy