Telecomunicazioni a San Marino. Il caos continua

Continuerà il caos e l’arretratezza nella fornitura dei
servizi nel settore delle telecomunicazioni nella Repubblica di San Marino a leggere l’ultimo comunicato della Segreteria di Stato di compenza. Comunicato che non accenna affatto alla nomina dell’Authority
per la quale, invece, si è impegnato, nei giorni scorsi,
Marco Arzilli, Segretario di Stato all’Industria.

L’attuale Governo fin dal suo insediamento non ha rilasciato ulteriori concessioni nei confronti di nuove società di TLC.
L’unico intervento attuato dal Governo nell’ambito delle telecomunicazioni concerne le società concessionarie (abilitate cioè alla vendita dei servizi di telecomunicazione al pubblico ai sensi della Legge N. 57 del 28 marzo 1988).

Con le Delibere N. 13 e N. 14 del 23 marzo 2009 venivano assegnate frequenze radioelettriche e archi di numerazione alle società Telecom Italia San Marino S.p.A. (ex Intelcom) e Telenet S.r.l.. Si rammenta che Telecom Italia San Marino è operativa dal 1992, mentre Telenet dal 1999

Vedi comunicato Segreteria Esteri

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy