Trenino biancazzurro, l’Aaslp al lavoro per ripristinare la tratta Borgo Maggiore-Città e riattivare l’elettromotrice

L’Azienda autonoma di Stato per i lavori pubblici sta proseguendo il lavoro per la riqualificazione e il ripristino della tratta dell’antico trenino biancazzurro che da Borgo Maggiore (Parcheggio Baldasserona) prosegue fino a Città (Piazzale della Stazione).

Per la redazione del progetto preliminare per la riqualificazione e il recupero della tratta Borgo Maggiore-Città del trenino biancazzurro, riconosciuta dal Congresso di Stato (delibera 42 dell’11 gennaio 2021) come “infrastruttura strategica”, spiega in una nota l’Azienda autonoma di Stato per i lavori pubblici, “è stato conferito un incarico professionale all’ingegnere Paolo Vergaglia che dovrà predisporre il Progetto preliminare tecnico ed economico nonchè effettuare le adeguate indagini e gli studi utili a verificare, in rapporto fra costi necessari e benefici attesi per la collettività, la fattibilità del ripristino della ferrovia elettrica storica Rimini–San Marino limitatamente alla tratta finale Borgo Maggiore–Città”.

Sempre nell’ottica della valorizzazione dell’antico trenino, “è in fase di completamento la certificazione definitiva dell’elettromotrice attualmente posizionata all’interno della Galleria Montale”.

L’Aaslp afferma, nelle ultime righe del comunicato, che “sta lavorando con l’obiettivo di attivare l’elettromotrice in occasione dell’Adunata degli Alpini per consentire il trasporto di passeggeri lungo un percorso storico/emozionale che consenta a visitatori e turisti un’esperienza unica”.

Per la guida della elettromotrice “saranno abilitati due macchinisti dell’Azienda autonoma di Stato per i lavori pubblici”.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy