Turismo, di fronte alla crisi “il governo riduce i fondi per la promozione”: Massimo Pironi chiede a Giunta regionale e parlamentari trattative con l’Esecutivo e un dialogo con gli imprenditori

“C’è bisogno di essere sempre più incisivi e va riconosciuta la valenza del turismo come settore strategico, al pari di quello industriale. Soprattutto in questa situazione economica e finanziaria occorre che la filiera trovi un efficace meccanismo di collaborazione tra tutti i livelli”. Massimo Pironi, presidente della commissione regionale Turismo, ha partecipato al Ttg, in programma alla Fiera di Rimini. Durante la più grande convention del settore, Pironi ricorda non solo la profonda criticità che attraversa il mercato turistico, “concretizzata in una contrazione sia delle presenze che del fatturato complessivo”. Ma che – aggiunge Pironi- “per fortuna ha toccato solo marginalmente l’Emilia-Romagna. Lo stesso sottosegretario alla presidenza del Consiglio Michela Vittoria Brambilla, commentando i dati, ha espresso la propria preoccupazione, sottolineando la necessità di investire in ‘una vera politica nazionale del turismo’”.

Peccato però, aggiunge Pironi, che “queste dichiarazioni contraddicono la politica fin qui perseguita dal Governo Berlusconi che, fra i primi atti ed in controtendenza rispetto a quanto scritto nel proprio programma elettorale, ha deciso di ridurre drasticamente i fondi per la promozione turistica”. Le cifre che porta Massimo Pironi a sostegno della tesi sono preoccupanti: “prevedono un decremento della dotazione finanziaria sul settore turistico per il 2009 di 21,5 milioni, per il 2010 di 25,7 milioni e per il 2011 di 45,4 milioni. Contemporaneamente, vi sarà una contrazione delle risorse per la promozione che, dai 49 milioni dell’anno in corso, scenderà a 33,2 del 2009 e del 2010, fino a soli 27,4 milioni sul 2011. Così come la dote complessiva per investimenti si ridurrà dai 144 milioni del 2008 ai 68,6 del 2011, passando per i 92,5 del 2009 e gli 88,3 del 2010”.

Di fronte a questi dati e alle prospettive di crisi che volteggiano sul settore Turismo, Pironi ha chiesto, attraverso una risoluzione presentata in Assembla Legislativa dell’Emilia-Romagna, un duplice impegno: alla Giunta Regionale e ai parlamentari emiliano – romagnoli. Alla Giunta chiede di “porre con grande forza il tema al tavolo delle trattative con il Governo centrale in sede di Conferenza Stato-Regioni”. E, nello stesso tempo, di “avviare un dialogo con gli imprenditori turistici emiliano-romagnoli, utile a studiare proposte e programmi da sottoporre al Governo in alternativa ai tagli previsti”. Ai parlamentari “di attivarsi perché dalle Camere arrivi direttamente al Governo un forte segnale teso ad un ripensamento delle misure adottate”.

Pironi ha partecipato, oltre al Ttg, alla 22 esima edizione del master in hospitality management l’istituto di studi Itinera di Rimini.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy