Unione Sammarinese Lavoratori, Call Center Opera: adesso basta!!!

Call Center Opera: adesso basta!!!
Malgrado le ripetute rassicurazioni dell’azienda di pagare parte delle due mensilità e del TFR arretrato per lo scorso venerdì a tutt’oggi (23/7/12) i soldi sui conti correnti dei singoli lavoratori ancora non ci sono… e come promesso i dipendenti, affiancati dall’USL, hanno incrociato le braccia. Come non supportarli, dopo mesi di promesse non mantenute, anche di fronte alle Istituzioni, dopo una lettera di impegno a pagare parte degli stipendi inviata a tutte le Organizzazioni Sindacali ed alle Segreterie Lavoro e Finanze in data 20 luglio ove si ribadiva il saldo degli stipendi in due soluzioni di cui la prima “entro venerdì 20/07/2012”.
L’Unione Sammarinese dei Lavoratori supporta questa iniziativa di mobilitazione che vuol essere, in continuità con lo sciopero del 5 luglio scorso, un forte segnale di protesta per lo scrupoloso e puntuale rispetto degli impegni presi da parte dell’impresa.
L’USL è intenzionata a difendere con forza i diritti dei lavoratori con tutti i mezzi previsti dalla legge e sta valutando con i propri avvocati di intraprendere azioni legali per il recupero dei crediti.
La Segreteria USL

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy