Un’Istanza d’Arengo per conferire la cittadinanza onoraria di San Marino a Liliana Segre

Un’Istanza d’Arengo per conferire la cittadinanza onoraria sammarinese alla senatrice a vita Liliana Segre.

Questa è l’idea lanciata da due cittadine della Repubblica di San Marino, Marina Agata Gattei e Anna Chiara Macina.
 
“Noi non siamo vicine d’età, ma in taluni incontri di anime, a volte, l’età anagrafica non conta. Spesso ci ritroviamo concordi su tanti temi che riguardano il nostro amore materno; il nostro approccio amorevole col mondo. Così anche senza frequentazioni assidue, entrambe siamo state molto colpite dalla riprovevole insistenza con cui vengono diretti attacchi d’odio alla zenatrice a vita Liliana Segre. Liliana, una nonna, una donna mite, una donna che ancora ha tanto da dire e dimostrare, anche con la sua pelle, a quali limiti e  orrori  non dovrebbe mai giungere l’umanità, il mondo intero – spiegano in un comunicato le promotrici dell’Istanza d’Arengo per il conferimento della cittadinanza onoraria sammarinese alla Segre -. Noi siamo madri e vorremmo che le nostre figlie, i nostri figli, e le figlie e figli dei nostri figli, comprendessero come l’odio possa solo essere portatore di morte (olocausti) e come la sua potenza possa distruggere il pensiero e la creatività dell’essere umano, della vita stessa. Così ci è sembrato urgente prendere in considerazione questi avvenimenti e collegarli alla piccola e straordinaria esperienza storica sammarinese, dove decine di ebrei, nonostante l’epoca fascista, sono stati protetti e salvati dalla persecuzione d’odio e di sterminio di cui erano fatti oggetto”.

Alla Gattei e alla Macina piacerebbe che, con il piccolo gesto di conferimento della cittadinanza onoraria sammarinese alla senatrice a vita Liliana Segre, “oltre a onorare lei per la sua straordinaria lezione di vita, si possa far conoscere al mondo, un altro pezzettino della nostra esemplare storia di libertà e di profonda umanità“.
A tale scopo, hanno deciso di stilare “un’Istanza d’Arengo da presentare nella prossima seduta consigliare dedicata a ciò”. 

Il momento “non consente la possibilità di una raccolta firme capillare, ma per chi fosse interessato a firmare, tenendo conto delle previste disposizioni, può contattare Anna Chiara Macina 3357341511 e/o Marina Agata Gattei 3357338866”.

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy