Venturini (Territorio) risponde alla Micologica

“Sono interventi richiesti da tempo, necessari per la collettività, dato che riguardano scuole, viabilità e parcheggi”. Il Segretario di Stato per il Territorio e per l’Ambiente, Gian Carlo Venturini, replica alle critiche mosse ieri, con una nota, dall’Associazione Micologica, preoccupata dall’avvio a breve di alcune grandi opere, in particolare il rifacimento della strada di Fondo Valle, la realizzazione dei parcheggi dell’Ospedale di Stato e gli interventi sulle scuole che potrebbero “alterare la condizione di vivibilità di alcune aree del Paese”. Mancherebbe infatti, secondo l’associazione, un’adeguata programmazione su territorio e viabilità.
“Sono esterrefatto – replica il Segretario di Stato – fino a oggi l’Associazione Micologica aveva criticato alcuni interventi urbanistici, ma in questo caso si parla del parcheggio dell’Ospedale ed è impensabile sostenere che sia eccessivamente impattante prima ancora di avere visionato il progetto”. Le opere su cui l’associazione si dice perplessa, prosegue, “sono state sollecitate dagli stessi sammarinesi nel corso degli anni e danno risposte a problemi concreti”. Per quanto riguarda il parcheggio dell’Ospedale, infatti, verrà ripresa e aggiornata la convenzione già firmata nel marzo 2006; per la strada di Fondo Valle i primi passi risalgono addirittura al 2000, mentre la legge di spesa è del gennaio 2006. “Ora che è già stata conclusa la procedura degli espropri e c’è il progetto esecutivo che potrà dare risposte ai problemi di viabilità, l’associazione insorge”.
“Questi – ribadisce il Segretario di Stato Venturini – sono interventi necessari, come quelli decisi per le scuole di Serravalle e Domagnano”. Il Governo ha invece optato per sospendere, almeno temporaneamente, la rotatoria di Murata e per posticipare di qualche mese il rifacimento del bivio di via Piana. Non si è voluto infatti intervenire in contemporanea su più nodi strategici della viabilità della Repubblica. Ma in questo caso nessun commento da parte dell’Associazione Micologica. “Non hanno aperto bocca – commenta Venturini – eppure avremmo dovuto tagliare circa 70 alberi e innalzare di un paio di metri la strada sottomontana. Se non vanno bene le opere pubbliche, sulla viabilità, sulle scuole e sui parcheggi – conclude – cosa dovremmo progettare?”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy