Vince Beppe Grillo. Il Movimento 5 Stelle blocca l’inceneritore di Toano

Alla fine, a spuntarla è il Movimento 5 Stelle dell’Emilia Romagna, che dopo l’interrogazione della Giunta Regionale, blocca la costruzione dell’inceneritore a biomassa di Toano.

La Regione Emilia Romagna ora, dà la disponibilità a reindirizzare i 3,3 milioni di euro destinati al progetto verso nuove tecnologie alternative. Un precedente importante anche in vista dei futuri progetti nelle zone Romagnole.


“La Regione ritira il finanziamento e smentisce la Provincia: quei fondi
si possono utilizzare per compostaggio e tetti fotovoltaici , come da
noi proposto lo scorso 15 novembre. Provincia e Comunità Montana
smentite dalla Regione anche su dimensioni impianto, materiale legnoso e
e sfalci proveniente da raccolta rifiuti. Il nostro progetto
alternativo.

Rispondendo ad una interrogazione di Giovanni Favia (Movimento 5
Stelle) l’assessore regionale allo sviluppo Giancarlo Muzzarelli (Pd)
conferma come il progetto di finanziamento per la centrale a biomasse di
Fora di Cavola dopo il “no” del Comune di Toano è stato bloccato. La
Regione, smentendo l’assessore provinciale Tutino, con l’assessore
Muzzarelli dichiara che ” si dichiara favorevole a finanziare,
mantenendo lo stesso importo di finanziamento altri interventi di
carattere energetico,quali ad esempio alcuni impianti di compostaggio e
tetti fotovoltaici” .

La nostra proposta era di spostare il finanziamento di 3.3 milioni di
euro per un impianto di compostaggio e tetti fotovoltaici e fu avanzata
dal consigliere Giovanni Favia a metà novembre. Allora l’assessore
Tutino aveva risposto con sufficienza che questo progetto non era
perseguibile, ed aveva invitato il consigliere Favia di “ad informarsi
meglio”…”

Consigliere di Reggio Emilia, Matteo Olivieri

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy