Viserba (Rn). Agente salva sfrattato aspirante suicida. Corriere Romagna

Andrea Rossini – Corriere Romagna: Poliziotto salva sfrattato aspirante suicida / Il sovrintendente ascolta l’uomo e guadagna la sua fiducia: «Ora farò di tutto per aiutarlo» / Il cinquantenne ritrova la speranza: «Senza lavoro e senza casa da due settimane, grazie di cuore»

RIMINI. Una telefonata, da sola, non allunga la vita. C’è bisogno che dall’altro capo del filo ci sia un poliziotto ricco di preparazione, esperienza e sensibilità.

Il sovrintendente Emanuele Floreale, originario di Latina e da anni in servizio alla questura di Rimini, corrisponde in pieno alla descrizione al punto da aver salvato dal suicidio un cinquantenne disperato che minacciava di tagliarsi la gola sotto i suoi occhi. Prima di compiere il gesto estremo, accasciato su una panchina in penombra davanti a un supermercato, l’uomo ha lanciato la sua ultima richiesta d’aiuto (fino a quel momento nessuno l’aveva ascoltato). Una telefonata al 113. L’agente era ancora in linea con lo sconosciuto quando nel parco pubblico di via Baroni, a Rimini, è apparso – come Clarence, l’angelo di seconda classe del film “La vita è meravigliosa” – il sovrintendente in divisa. «Conversa con lui, intrattienilo: conosco la zona e corro da lui», aveva detto a Luca, il collega della centrale (…) Meno di di un’ora per guadagnare la fiducia di un essere umano alla disperazione. Il poliziotto ha promesso di impegnarsi a trovargli un lavoro. L’altro ha recuperato la speranza. «Si è sentito finalmente a suo agio: ha gettato la lama, ha permesso ai sanitari del 118 di aiutarlo». «Sono stati loro a scattare la foto ricordo racconta Floreale – Poi io nella notte l’ho spedita a lui in ospedale tramite Whats’app: ecco la sua risposta: Grazie di cuore».

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy