Week-end sfortunato per Habitat Racing

San Marino, 19 aprile 2009

Comunicato stampa Habitat Racing

Week-end sfortunato per Habitat Racing

Pochi i giri di pista per Alessandro Bernasconi nella tre giorni imolese

Chiari e scuri emergono dalla prima prova del Campionato Superstars di Habitat Racing, una gara costellata di inconvenienti per il team di patron Alberto Masi.

Oltre all’influenza che ha costretto a letto il pilota Bruno Bollini, le due manches di oggi sul rinnovato circuito di Imola hanno rivelato altre sorprese. Alessandro Bernasconi, al suo esordio in questo campionato, in Gara1 è stato costretto al ritiro durante il giro di ricognizione per un problema all’impianto frenante della BMW 550i.
Una manche la prima, condizionata dalla fitta pioggia che ha preso di mira il tracciato imolese. L’asfalto si è poi via via asciugato così Gara2, almeno la prima parte, si è svolta sull’asciutto. L’esperto Bernasconi, scattato dalla ultima posizione a causa del ritiro nella prima manche, è stato protagonista di un ottima partenza che subito lo ha visto scalare diverse posizioni e siglare tempi interessanti. Dopo appena cinque giri però, la BMW 550i vestita con i colori della Repubblica di San Marino, è stata colpita dall’auto di Francesco Ascani. Nel contatto i braccetti delle sospensioni anteriori e posteriori destri sono stati danneggiati e così Alessandro Bernasconi è stato costretto a porre fine alla sua efficace rimonta.

Un vero peccato perché il pilota milanese sarebbe riuscito sicuramente a fare una buona gara scalando ulteriori posizioni. Il lato positivo però è che la BMW 550i ha dato prova del suo potenziale sul quale i piloti potranno contare nei prossimi appuntamenti, primo tra tutti quello ad Adria del 10 maggio.

Louis Guerra (DS Habitat Racing): “E’ stato un weekend di gara abbastanza sfortunato ma al di là del risultato, siamo contenti perché i problemi riscontrati venerdì e nella prima manche di oggi sono stati subito risolti. Alessandro è salito per la prima volta venerdì sulla vettura quindi per lui questa gara è stata fondamentalmente un test. Ha detto di essersi trovato bene e sostiene che la BMW 550i sia molto divertente da guidare ma soprattutto è potenzialmente competitiva. Di questo ne siamo convinti anche noi quindi non ci resta che attendere la prossima gara per vedere finalmente all’azione la coppia Bernasconi-Bollini”.

Sportagency.sm

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy