venerdì 23 settembre 2016 16:57

Nelle scuole di San Marino non si servono i prodotti caseari del Titano

Nelle scuole di San Marino non si servono i prodotti caseari del Titano

SAN MARINO. La caciotta di San Marino, lo stracchino, la casatella, il burro, lo yogurt. Prodotti di eccellenza, protagonisti all’Expò dell’anno scorso, insieme all’olio, al vino, alla farina, al pane, alla pasta. Una filiera controllata, di assoluta qualità e dalle caratteristiche organolettiche tipiche, con un disciplinare di produzione molto severo. Eppure, per le scuole sammarinesi sono stati preferiti prodotti caseari esterni, con grave scorno – e danno – per la Centrale del latte, oggi non più statale ma gestita dagli stessi allevatori sotto il nome di “Cooperativa Agricola Latte Sammarinese”.  

(...) Il fattaccio risale alla gara d’appalto emessa dalla Funzione Pubblica qualche tempo fa per la fornitura annuale dei derivati. Quella del latte è garantita in esclusiva sammarinese grazie alla costituzione dalla “zona bianca”.  (...) 

[Leggi Comunicato]