mercoledì 25 aprile 2012 05:33

San Marino, Di Vizio alla ricerca anche di barche. Patrizia Cupo, Corriere Romagna San Marino

San Marino, Di Vizio alla ricerca anche di barche. Patrizia Cupo, Corriere Romagna San Marino

Patrizia Cupo, Corriere Romagna San Marino:  Perquisita la Seven Eleven srl, denunciato un noto personaggio nel mondo delle sponsorizzazioni sportive. La Finanza e il procuratore di Forlì assistono all’operazione / Maxi frode dietro le gare d’auto / Sequestri nello studio del segretario della Dc, Marco Gatti: coinvolti i suoi clienti

SAN MARINO. Dietro quelle gare di auto, c’era una maxi frode fiscale (per decine di milioni di euro) e un sistema di false fatture a giustificarne i costi “fasulli” delle sponsorizzazioni: la Procura di Forlì ha aperto un’inchiesta che attraversa la Romagna e arriva fino a San Marino. Tanto che, per eseguire la rogatoria inviata al Titano, ieri sulla Rocca c’erano perfino il capo della Procura forlivese Sergio Sottani, il sostituto procuratore Fabio Di Vizio e i finanzieri. Al loro fianco, a dirigere ed eseguire le perquisizioni e i sequestri, il commissario della legge Rita Vannucci. La squadra degli inquirenti ha fatto “visita” anche allo studio commerciale del segretario politico della Dc, Marco Gatti, professionista che seguiva due delle società al centro della maxi evasione: sequestrata la documentazione, e perquisiti i locali dove ha sede l’impresa al centro del giro di fatture, la Seven Eleven Srl. Indagato il suo legale rappresentante, noto anche nel mondo automobilistico sammarinese e che da diversi anni è impegnato sul Titano nel settore delle sponsorizzazioni sportive. Sono comunque più d’una le società di diritto sammarinese coinvolte nel giro: nell’elenco, ne figura anche una operativa nel settore del noleggio di barche, la Overseas Boat Rental; anche di questa, è stata richiesta allo studio Gatti l’acquisizione dei documenti. Ma al di là delle perquisizioni (che hanno interessato i locali con sede al centro uffici “La piazza” di Rovereta), ha destato di certo scalpore l’incursione dei finanzieri nello studio commerciale del presidente della commissione antimafia: se non è la prima volta che il commissario Vannucci autorizza la presenza degli inquirenti italiani alle esecuzioni delle rogatorie internazionali, è invece il debutto per gli uomini della Finanza. Perquisizioni e sequestri sono stati però condotti direttamente dalla Vannucci: gli specialisti delle Fiamme gialle hanno solo presenziato alle operazioni. (…)  

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI OGGI

-

OGGI I GIORNALI PARLANO DI ...

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia