giovedì 29 novembre 2018 07:19
RASSEGNA STAMPA

San Marino. Blitz in Carisp, rinviati a giudizio Ciavatta e Santi

San Marino. Blitz in Carisp, rinviati a giudizio Ciavatta e Santi

Antonio Fabbri L'informazione di San Marino: Blitz in Carisp, rinviati a giudizio Ciavatta e Santi

SAN MARINO Sono cinque i capi di imputazione per i quali, a vario titolo, sono stati rinviati a giudizio il consigliere di Rete, Roberto Ciavatta, e l’esponente di MdSi, Emanuele Santi, per il cosiddetto “blitz” in Cassa di Risparmio durante la riunione del Cda del 30 maggio scorso. Ciavatta e Santi devono rispondere, assieme, delle accuse di diffamazione semplice e di violenza privata. Al solo Ciavatta sono invece contestate anche le accuse di minaccia, diffamazione a mezzo facebook e istigazione a delinquere. I fatti di cui dovranno rispondere in udienza i due esponenti politici, contestazione che gli interessati rigettano, sono tutti legati a quanto accaduto il 30 maggio 2018 e descritti nel decreto di rinvio a giudizio disposto dal Commissario della legge Alberto Buriani. La diffamazione La prima accusa è la diffamazione semplice per le offese nei confronti del Presidente, dei membri del Consiglio Amministrazione e del Direttore Generale della Cassa di Risparmio. (...)

Leggi l'articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 19